Home Territorio Consegnati i ‘doni sospesi’ di ANT a Napoli e Caserta

Consegnati i ‘doni sospesi’ di ANT a Napoli e Caserta

471
Doni sospesi ANT


Download PDF

Sono stati donati alla Comunità di Sant’Egidio, alla parrocchia di San Carlo Borromeo alle Brecce e all’associazione L’Angelo degli Ultimi

Riceviamo e pubblichiamo.

L’emergenza Covid-19 non è ancora finita: gli oltre 250 medici e infermieri di Fondazione ANT sono tuttora in prima linea per continuare a curare a casa quotidianamente 3.000 persone malate di tumore, i pazienti più fragili in questo momento.
In occasione del Natale, a Napoli e Caserta è tornata l’iniziativa del ‘Dono sospeso’ che prendendo spunto dal tradizionale ‘caffe sospeso’, ha visto aziende e cittadini sostenere Fondazione ANT e allo stesso tempo consegnare dolcezza e solidarietà a chi ha vissuto un Natale meno felice.

In Campania il ‘Dono sospeso’ ha trovato tantissimi alleati, aziende e privati cittadini che hanno scelto di donare ad ANT il corrispettivo di un dono natalizio e che ha permesso di portare, con un solo gesto, sostegno ai pazienti oncologici che i medici e gli infermieri ANT assistono a domicilio ogni giorno, ma non solo.

Grazie alla straordinaria generosità di tanti donatori, infatti, in occasione dell’Epifania, le delegazioni campane di ANT hanno consegnato panettoni, pandoro, cioccolatini e torroncini ad alcune delle realtà più meritevoli che a Napoli e Caserta si occupano di accoglienza e di sostegno a persone bisognose: la Comunità di Sant’Egidio, la Parrocchia di San Carlo Borromeo alle Brecce e l’Associazione ‘L’Angelo degli Ultimi’.

A promuovere l’iniziativa anche sostenitori del mondo dello spettacolo come l’attrice interprete delle fiction Rai Un posto al sole e I Bastardi di Pizzofalcone, Miriam Candurro e Peppe Iodice, l’attore comico protagonista dello show Peppy Night Fest su Canale 21.

Al progetto dono sospeso hanno aderito tanti cittadini ed è stato generosamente sostenuto anche da diverse aziende campane: Prezioso Casa, Enginfo Consulting, Critiware ed Epsilon da sempre impegnate in attività di responsabilità sociale sul territorio.

In generale tutta la campagna di Natale è stata accolta con molto calore da tanti cittadini che hanno deciso di mettere sotto l’albero uno dei doni solidali di ANT scegliendo di sostenere le attività gratuite di assistenza medico-specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica di Fondazione ANT in Campania.

La struttura sanitaria di ANT a Napoli e Caserta è composta da 3 medici, 3 infermieri e 2 psicologhe che assistono ogni giorno, 24 ore al giorno compresi i festivi, circa 100 persone malate di tumore e le loro famiglie sul territorio.

Il successo della campagna solidale non può farci dimenticare che la Campania vive una situazione difficile, con richieste di assistenza che, soprattutto nell’ultimo anno, anche a causa della pandemia, sono aumentate sensibilmente.

Combattere un nemico invisibile come il virus ha reso ancora più complessa la quotidianità di intere famiglie già colpite dalla malattia tumorale di un loro caro, più fragile e bisogno di protezione:

Ha commentato il Delegato ANT della Campania Antonio Imbrogno:

Questa importante sinergia con le realtà imprenditoriali e i cittadini del nostro territorio ci ha permesso di donare un sorriso a tante persone.

Preziosa e necessaria è anche la collaborazione tra diverse realtà del non profit, soprattutto in questa fase così delicata della pandemia che ha reso molto più difficile il lavoro di chi opera nel terzo settore.

Print Friendly, PDF & Email