Home Territorio Estero Yemen: vertici Houthi in quarantena, morto dirigente a Ibb

Yemen: vertici Houthi in quarantena, morto dirigente a Ibb

993
miliziano houthi mascherina


Download PDF

Le prime e seconde linee del gruppo sciita in allerta per il timore del contagio da Coronavirus

La morte di uno dei capi dei ribelli Houthi dello Yemen della provincia di Ibb, nel centro dello Yemen, ha messo in allarme la classe dirigente del gruppo filo-iraniano che teme il contagio.

Per questo le prime e le seconde linee del gruppo sono entrate in auto-quarantena, mentre i miliziani sono stati dispiegati nelle aree sotto il loro controllo per mantenere il controllo della situazione.

Ha destato scalpore la morte di Jamil al Kahlani, capo degli Houthi ad Ibb, deceduto ieri, 16 maggio, nell’ospedale di Jubla dopo giorni di ricovero in terapia intensiva a causa del Covid-19.

Al Kahlani, che era noto con il soprannome di Abu Khalil, ricopriva il ruolo di capo della commissione di gestione delle milizie e vice governatore di al Siani, distretto nella parte sud di Ibb.

Secondo fonti locali, citate dal sito yemenita al Masdar online, sono stati contagiati anche i membri della sua famiglia tra cui la moglie, che però è guarita. Sono stati contagiati anche altri dirigenti locali Houthi che erano in stretto contatto con al Kahlani e che si trovano ora in quarantena.

Si parla di altre vittime per coronavirus ad Ibb che sarebbero state però seppellite in segreto per evitare momenti di panico nella popolazione. Sono decine infatti i decessi sospetti registrati nei giorni scorsi nell’ospedale della provincia yemenita.

Fonte: https://www.alarabiya.net/ar/arab-and-world/yemen/2020/05/17/كورونا-يفتك-بقيادات-حوثية-ويعزل-أخرى-وسط-تكتم-شديد.html

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.