Home Territorio Estero Yemen: Houthi bombardano unico ambulatorio di Abadiya

Yemen: Houthi bombardano unico ambulatorio di Abadiya

224
abadiya


Download PDF

Donne e bambini feriti

Le milizie Houthi dello Yemen non solo tengono sotto assedio da 3 settimane il distretto di al Abadiya nel governatorato di Marib, impedendo l’ingresso di medicine e persino di cibo, ma hanno anche bombardato l’unico ambulatorio presente che funge da ospedale.

Ciò ha spinto l’Ufficio sanitario di Marib a dichiarare Abadiya una zona disastrata, ore dopo che le milizie hanno bersagliato l’unico centro sanitario, mentre bambini e civili feriti vi si trovassero all’interno per ricevere le cure per le ferite causate dagli Houthi che hanno colpito le loro case nei giorni scorsi.

In una nota diramata nella tarda serata di ieri, mercoledì 13 ottobre, l’ufficio sanitario locale ha dichiarato che l’attacco ha causato danni significativi al nosocomio e ha costretto il Dipartimento della salute della direzione ad evacuare i malati e i feriti, compresi gli Houthi feriti che sono stati arrestati dalle forze governative.

Ha anche sottolineato che la regione sta vivendo una tragedia umanitaria a causa dell’assedio e del bombardamento dell’unico ospedale presente al suo interno, poiché non è possibile prevedere l’entità della sofferenza che può verificarsi alla luce del continuo bombardamento di villaggi e case.

Inoltre, ha sottolineato che l’attacco all’ospedale di Abadiya rientra in un’operazione sistematica degli Houthi contro le strutture sanitarie, che ha portato alla distruzione di 17 strutture mediche nel governatorato, uccidendo 7 medici e operatori e il ferendone altri 7 dall’inizio della guerra a Marib del 2015.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.