Home Territorio Estero Yemen: Houthi annuncia morte direttrice carcere di Sana’a

Yemen: Houthi annuncia morte direttrice carcere di Sana’a

230
direttrice carcere sana'a


Download PDF

L’annuncio arriva dopo una misteriosa scomparsa della donna andata avanti per giorni fino ad arrivare al suo ritrovamento in un ospedale priva di sensi

La milizia Houthi ha annunciato il 6 aprile la morte di Afrah Al-Harazi, direttrice del carcere femminile della capitale, Sana’a, che è sotto il controllo delle milizie filo iraniane.

La notizia arriva pochi giorni dopo una misteriosa scomparsa della donna, che si è conclusa con il suo arrivo in un ospedale della città in stato comatoso. È stato il Ministero dell’Interno del governo Houthi, che non è riconosciuto a livello internazionale, ad aver rilasciato una dichiarazione in cui annunciava la morte della funzionaria yemenita senza spiegarne il motivo.

Fonti yemenite hanno anche affermato che Afrah Al-Harazi ha avuto un ruolo negli arresti di donne a Sana’a e ha lavorato con il direttore delle indagini penali nel Governo della milizia, Sultan Zaben, e ha avuto un ruolo nella tortura delle donne detenute.

Il Ministero dell’Interno Houthi ha informato ieri della morte di Sulta Zaben, che figura nell’elenco delle persone sottoposte a sanzioni internazionali. Secondo fonti vicine agli Houthi, l’annuncio del decesso di Al-Harazi da parte della milizia Houthi, che non ha spiegato i motivi, conferma che la donna possa essere stata uccisa nell’ambito degli omicidi interni che caratterizzano questa fase delle milizie.

Le stesse fonti spiegano che dietro la scomparsa di queste ultime due figure di spicco della sicurezza Houthi ci possa essere uno sforzo di cambiare i vertici dei cosiddetti “Zainabiyat”, l’organismo di repressione dell’attivismo femminile a Sana’a, sostituendoli con persone di maggiore fiducia.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.