Home Territorio Estero Yemen: chi sono gli Houthi arricchiti dalla guerra

Yemen: chi sono gli Houthi arricchiti dalla guerra

166
Daghsan Muhammad Daghsan


Download PDF

Iniziativa yemenita rivela chi sono i più importanti mercanti dell’impero economico Houthi

Un’iniziativa yemenita indipendente ha rivelato quali sono le fonti di finanziamento e le società private che operano all’interno dell’impero economico della milizia golpista Houthi dello Yemen.

Queste fortune si basano sul metodo di importazione e contrabbando di materiali utilizzati nella produzione di esplosivi.

Un recente rapporto pubblicato dalla “Restoration Initiative“, che si occupa di monitorare le attività dei fondi saccheggiati e delle proprietà sequestrate dai ribelli Houthi, ha affermato che la milizia filo iraniana sta perseguendo un approccio e una politica volti ad impoverire gli yemeniti, saccheggiando le loro proprietà e società, secondo la strategia Houthi, copiata dall’Iran.

Nella sua nuova relazione, la Regain Yemen Restoration Initiative fa luce sulle società che fanno capo all’imprenditore yemenita Daghsan Muhammad Daghsan. Si tratta di 11 società multi-tasking, petrolio, commercio di medicinali e forniture mediche, produzione di tabacco, trasferimenti di denaro, commercio e importazione, che hanno consentito alle milizie Houthi di registrare un exploit nell’esportazione di fertilizzanti specializzati nella produzione di esplosivi e nel trasferimento di denaro, importando derivati ​​del petrolio e vendendoli sul mercato nero.

Il dossier aggiunge che il “Gruppo Daghassan”, gestito dal leader Houthi, Daghsan Ahmed Daghassan, è tra le più importanti società che rappresentano la struttura economica delle zone dello Yemen occupate dai miliziani sciiti. Daghassan gestisce il gruppo, sotto il nome di molti dei suoi parenti fedeli alla milizia Houthi, attivi in ​​operazioni di contrabbando di vario genere.

Secondo il documento, il gruppo Daghassan controlla anche il mercato dei pesticidi, dei fertilizzanti agricoli e delle forniture agricole, in particolare quelli contenenti una sostanza che viene riutilizzata nella produzione di esplosivi.

Il gruppo sta raccogliendo enormi somme di denaro per la milizia Houthi, soprattutto dai proventi della sua attività commerciale nel mercato di pesticidi, tabacco e fertilizzanti.
Il rapporto menziona i nomi di una serie di società che Daghassan gestisce, vale a dire, la Oil Bremer Company e la Wheelers Company, registrate con il nome di Daghsan Muhammad Ahmad Daghsan e attive nel commercio del petrolio.

Tra le società commerciali citate nel rapporto, la “Bin Daghsan Agricultural Material Trading”, che si concentra sul commercio di fertilizzanti e pesticidi, è registrata a nome di Bin Daghsan ed è gestita da Daghsan. Nel mercato farmaceutico, afferma il rapporto, il gruppo opera a nome della Saba International Drugs and Medical Supplies Ltd., registrata a nome di Ali Ahmed Daghassan e gestita da Daghassan come parte del suo gruppo.

Le società includono anche “Al-Taj Tobacco and Cigarettes of Mukalla”, registrata a nome di Saleh Ahmed Daghsan, e la “Saba International Tobacco Company Ltd.”, a nome di Ali Ahmed Daghsan, e la “Sahari Money Exchange and Remittances”, a nome di Ali Ahmed Daghassan e Abdullah Daghassan, e gestisce i fondi e i trasferimenti del gruppo e delle milizie Al Houthi.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.