Home Territorio Universiade: nelle acque del golfo anche le unità cinofile

Universiade: nelle acque del golfo anche le unità cinofile

173
Mascotte Universiade 2019


Download PDF

15 unità cinofile pronte per eventuali salvataggi dall’8 al 12 luglio a Napoli nello specchio d’acqua antistante Castel dell’Ovo

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa Universiade Napoli 2019.

In campo per eventuali salvataggi durante le regate che si svolgeranno dall’8 al 12 luglio a Napoli nello specchio d’acqua antistante Castel dell’Ovo anche 15 unità cinofile.

Spiega Roberto Gasbarri, responsabile per l’area centromeridionale della Scuola italiana cani salvataggio:

Per unità cinofila si intende una coppia uomo/cane addestrato al salvataggio in acqua. I cani che utilizzeremo sono labrador e golden retriever, di entrambi i sessi». Ogni giorno verranno impiegati dalle due alle quattro unità.

Si usano cani per il salvataggio perché sono condizionati naturalmente ad andare verso chi chiede aiuto. Garantiscono, quindi, una maggiore sicurezza e velocità di ritorno durante il soccorso.

Il cane indosserà un giubbetto cui potranno aggrapparsi sia la persona in difficoltà che l’addetto al salvataggio; i cani possono sorreggere più persone.

Trainano senza fatica anche tre individui, condizione impensabile per un normale bagnino.

Non è la prima volta che i cani della Scuola italiana salvataggio sono utilizzati in assistenza a squadre sportive. A Napoli è già successo per un altro evento di portata internazionale: l’America’s Cup.

Questa tipologia di cinofilia è stata inventata in Italia e tutt’ora siamo leader nella formazione. L’obiettivo è mostrare a tutti questa particolarità italiana.

Print Friendly, PDF & Email