Home Territorio UGL: lavoratori del trasporto aereo congelati fino a data da destinarsi

UGL: lavoratori del trasporto aereo congelati fino a data da destinarsi

200
Ignazio Mariani


Download PDF

Mariani: ‘Garantire una necessaria ripresa e la tutela occupazionale’

Riceviamo e pubblichiamo.

La UGL Trasporto Aereo scende in piazza mercoledì 8 luglio per denunciare il totale immobilismo delle Istituzioni verso un comparto che paga, ad oggi, i danni più alti della crisi post Covid-19.
Dichiara Ignazio Mariani Vicesegretario UGL Lazio:

È il momento di dare risposte concrete ad un settore in ginocchio, a tutti quei lavoratori aeroportuali dal futuro incerto. Professionalità, competenza, abnegazione di lavoratori che garantiscono ogni giorno la partenza e l’arrivo di migliaia di passeggeri negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, lavoratori dimenticati, vittime di una crisi strutturale di un comparto “congelato” fino a data da destinarsi.

Siamo in perenne attesa della convocazione da parte della Regione che ci aveva garantito un incontro, mai avvenuto. Lavoratori in cassa integrazione, lavoratori stagionali senza garanzie e senza strumenti di sostegno al reddito, fantasmi di un comparto sul quale il Governo e la Regione hanno spento le luci.

La UGL chiede a gran voce una programmazione economica che riguardi l’interno settore e chiede alla Regione Lazio di mettere in campo tutte quelle misure per garantire una necessaria ripresa e la tutela occupazionale.

Print Friendly, PDF & Email