Home Territorio ‘Uccidete le madri – I sette peccati capitali. Superbia’ al Nest

‘Uccidete le madri – I sette peccati capitali. Superbia’ al Nest

546
'Uccidete le madri'


Download PDF

In scena dal 10 all’11 febbraio a Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

Sabato 10 febbraio, ore 21:00, e domenica 11 febbraio, ore 18:00, presso il Nest – Napoli Est Teatro in via Bernardino Martirano 17, San Giovanni a Teduccio, sarà presentato ‘Uccidete le madri – I sette peccati capitali. Superbia’ della regista e scrittrice Camilla Cuparo.
Lo spazio teatrale Nest ancora una volta si fa portavoce di storie che raccontano fatti
di camorra e spaccati sociali del nostro tempo, stavolta con il pathos di ‘Uccidete le
madri’, spettacolo vincitore del “Premio Antonio Landieri – teatro d’impegno civile
2014” per la migliore regia.

In ‘Uccidete le madri’ protagonista è Vito, interpretato dall’attore campano Luigi
Iacuzio. La storia è ispirata a un fatto di camorra realmente accaduto nella provincia
di Reggio Calabria. Quello che viene messo in scena è un monologo, ma Iacuzio,
che interpreta il giovane Vito, primo figlio di Lina, di volta in volta dà voce ai racconti
di tutti i personaggi. Questa famiglia viene travolta da una spirale di violenza e
superbia che porta Vito all’estrema conseguenza, quella che dà senso al titolo
dell’opera.

Scrittrice di teatro, regista, pittrice e pianista, la Cuparo ha dedicato la sua arte pittorica e teatrale all’indagine del senso del peccato capitale sin dalla fine degli anni Novanta; così ha scritto il ciclo di spettacoli ‘I sette peccati capitali’.

Parlando di ‘Uccidete le madri’, la Cuparo ha detto:

La difficoltà di raccontare la superbia come peccato stava nel dare forma, sostanza, visibilità ad un avvenimento che potesse rendere l’idea della superbia stessa, già di per sé difficile da spiegare anche nella sua forma più irrilevante.

L’ambiente mafioso è l’habitat ideale nel quale questo diabolico sentimento può covare indisturbato, crescere ed espandersi come un mortale virus.

Di ‘Uccidete le madri’, invece, gli spettatori hanno detto:

non riesci a perdere neanche un secondo, sei sempre lì attento per sentire quello che succede

e lo hanno definito:

un monologo crudo ma ricco di sfaccettature che affronta un tema difficile in maniera leggera ma intensa.

Si offre servizio navetta da Piazza Borsa, Napoli.

Per informazioni:
info.teatronest@gmail.com
Mariarosaria Teatro: 338-2376132
Carla Borrelli: 320-8681011

'Uccidete le madri'

Print Friendly, PDF & Email