Home Territorio Estero Turismo a Gran Canaria, inaugurata mostra alla Biblioteca Oblate

Turismo a Gran Canaria, inaugurata mostra alla Biblioteca Oblate

208
Turismo a Gran Canaria


Download PDF

L’esposizione sarà visitabile a Firenze fino al 30 luglio

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Due terre distinte e lontane, ma accomunate dalla bellezza.

Toscana e Gran Canaria potenziano ancora di più i propri legami in virtù di accordi già sanciti in precedenza e rinnovati oggi, alla biblioteca delle Oblate a Firenze, con l’inaugurazione di una mostra fotografica sull’isola spagnola, che durerà fino al 30 luglio.

L’iniziativa è promossa dall’Ente del Turismo di Gran Canaria in collaborazione con Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Comune di Firenze e Biblioteca delle Oblate.

A precedere l’inaugurazione della mostra, che si compone di 30 pannelli fotografici e due pannelli dedicati allo storytelling in italiano, inglese e spagnolo e che si po’ visitare gratuitamente nella Sala Sibilla Aleramo della Biblioteca delle Oblate, in via dell’Oriuolo 24 a Firenze, una conferenza stampa di presentazione alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il Direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Tapinassi ed il Direttore di Turismo de Gran Canaria Pablo Llinares.

Alla conferenza stampa e all’inaugurazione è intervenuto anche il Presidente Eugenio Giani, che ha ricordato come questo appuntamento

si inserisce in una strategia complessiva di valorizzazione delle rispettive destinazioni e destinata a rafforzarsi negli anni futuri. Il legame tra Toscana e Gran Canaria si esplicita grazie alle ricchezze artistiche, culturali, spirituali e naturalistiche che le rendono mete ambite da turisti di tutto il mondo.

Un grazie particolare va al lavoro compiuto in questa direzione dall’Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica che per la Regione ha stretto accordi con l’Ente del Turismo di Gran Canaria, nell’ambito di un piano comune di valorizzazione dei rispettivi patrimoni culturali, naturali ed enogastronomici.

 

Print Friendly, PDF & Email