Home Toscana Regione Toscana Toscana, intervento record per ripristino argine sul torrente Marina

Toscana, intervento record per ripristino argine sul torrente Marina

173
Torrente Marina


Download PDF

Lavoro di ripristino a seguito del crollo di un muro di sponda

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Intervento idraulico in tempi record sul torrente Marina, a Campi Bisenzio (FI). Grazie al pronto intervento del Genio Civile Valdarno Centrale e del Consorzio di Bonifica insieme comunque, anche in emergenza Coronavirus, si è dato seguito a un lavoro di ripristino che si è reso necessario a seguito del crollo di un muro di sponda.

A fine marzo è avvenuto il crollo di una porzione di muro in pietrame sulla sponda destra del torrente Marina, nel Comune di Campi Bisenzio, in località Il Rosi. Solo pochi giorni dopo, il sopralluogo congiunto dei tecnici regionali e consortili ha verificato l’accaduto e valutata la pericolosità dal punto di vista della sicurezza idraulica.

Immediatamente, pur in tempi difficili per l’emergenza Coronavirus, si è attivata la procedura di intervento urgente e sono iniziati i lavori di risistemazione della sponda ceduta che sono terminati due giorni fa.

Il Consorzio, accertata la fattibilità dei lavori, ha proceduto all’asportazione del materiale presente in alveo, e ha quindi realizzato una difesa spondale in massi di scogliera e in sostanza il ripristino finale dello stato dei luoghi e della sezione idraulica. Per l’intervento è stimato un costo indicativo di circa 40 mila euro.

L’intervento è stato reso possibile grazie anche al lavoro di informazione e preparazione delle imprese locali che sono rimaste attive in virtù dei contratti in essere con il Consorzio e dei quali hanno dato comunicazione alla Prefettura di Firenze, come previsto da decreto governativo e che sono in grado di operare gli interventi nel rispetto delle direttive per il contenimento del Covid-19.

Ha detto l’Assessore Federica Fratoni:

L’intervento realizzato sul torrente Marina, frutto della sinergia con il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, è stato possibile grazie alla constatazione tempestiva da parte del Genio Civile del crollo dell’argine che ha subito attivato il pronto intervento, azione che rientra tra quelle volte a tutelare la pubblica incolumità e quindi urgente.

A questo proposito voglio ringraziare il Genio Civile che non si è mai fermato e, pur nell’emergenza Covid, tramite i sorveglianti idraulici che lavorano in sicurezza, sta proseguendo i sopralluoghi e i controlli a tutela del territorio e dei cittadini.

Il commento orgoglioso del Presidente del Consorzio di Bonifica Marco Bottino:

Grazie alla chiarezza di competenze operata dalle leggi regionali in materia e al grande rapporto di collaborazione fra enti che abbiamo voluto e saputo instaurare il Consorzio, insieme al Genio Civile, riesce ad intervenire tempestivamente sui corsi d’acqua per la sicurezza pubblica e la privata incolumità anche in tempi in cui quasi l’intero Paese è giustamente bloccato contro il diffondersi del Coronavirus.

Print Friendly, PDF & Email