Home Toscana Regione Toscana Toscana, in Consiglio regionale approda prima variazione di bilancio

Toscana, in Consiglio regionale approda prima variazione di bilancio

465
Consiglio Regione Toscana

Prima variazione di bilancio, proposta dalla Giunta, che l’aula del Consiglio regionale discute

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Maggiori risorse per l’acquisto di nuovi bus, 8,8 milioni, uno nel 2019 e il resto nel 2020, ma anche per il rinnovamento delle strutture a disposizione delle aziende sanitarie, 50 milioni l’anno, fino al 2021, e poi 34 milioni di euro per favorire l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese che vogliano investire in ricerca, sviluppo e innovazione, i quali confluiranno in un fondo di garanzia che già contava tre milioni per il 2019 e altrettanti per il 2020.

Sono alcuni dei numeri della prima variazione di bilancio, proposta dalla Giunta, che l’aula del Consiglio regionale discute oggi, 10 aprile: 271,78 milioni di euro in aumento sulla spesa nel 2019, altri 69,32 milioni nel 2020 e 50,27 milioni nel 2021.

Sul fronte della spesa corrente si segnalano, in particolare, 1,6 milioni per la manutenzione ordinaria della FI – PI – LI, il reintegro di 5 milioni per il trasporto pubblico locale, altri 500 mila euro di contributi regionali che integreranno l’incentivo ‘ferro bonus’ già previsto e finanziato a livello nazionale per trasferire il traffico merci da strada a ferrovia, 3 milioni per l’inclusione degli immigrati e 20 milioni accantonati sul fondo di riserva per le spese impreviste.

Negli investimenti, invece, con molti interventi finanziati attraverso l’indebitamento, oltre a bus, accesso al credito e sanità sono meritevoli di nota i 30 milioni e 256 mila euro, come importo massimo, per la proposta di acquisto da Interporto Guasticce Livorno di due immobili su cui grava l’ipoteca a garanzia del mutuo prestato da MPS – operazione alternativa al pagamento della garanzia – sei milioni per la sicurezza sui luoghi di lavoro e 5,5 milioni come contributo straordinario alla realizzazione della nuova sede del dipartimento di scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali dell’Università di Firenze.

Nella variazione di bilancio ci sono anche 200 mila euro, sul 2019 e 2020, per la concessione in conto capitale per acquisto e l’adattamento di autoveicoli per disabili e contributi per il conseguimento della patente, oltre ad un’anticipazione di liquidità per 82 milioni e 287 mila euro, attraverso Cassa Depositi e Prestiti, a favore delle aziende sanitarie per consentire il pagamento dei debiti commerciali che risultano al 31 dicembre scorso. L’anticipazione sarà restituita in un secondo tempo alla Regione, che la renderà a sua volta a Cassa Depositi e Prestiti. Gli interessi, pari a 650 mila euro, graveranno invece sul fondo sanitario.

Nel pacchetto di emendamenti approvati, solo per citare i più significativi, ci sono 4 milioni, di mutuo programmato per il 2021, destinato alla realizzazione del nuovo ponte sul’Arno per il collegamento tra la FI – Pi – LI e la strada regionale 66 in località Indicatore, altri 4 milioni e 850 mila euro, sempre come indebitamento, nel 2020, per l’ampliamento della banchina del porto di Piombino, e poi altri interventi che riguardano lo scavalco ferroviario di Livorno, 2,5 milioni, la manutenzione della via Francigena, 120 mila euro l’anno dal 2019 al 2021, la salvaguardia delle aree di bosco percorso dagli incendi a Vicopisano e Giuncugnano, 270 mila euro nel 2019, la prevenzione dall’usura, 100 mila euro nel 2019, e il contrasto a bullismo e cyber-bullismo, 50 mila euro ancora nel 2019, finanziati attraverso storni di risorse già presenti.

Print Friendly, PDF & Email