Home Toscana Regione Toscana Toscana, graduatoria definitiva del bando sui contratti di fiume

Toscana, graduatoria definitiva del bando sui contratti di fiume

232
fiume


Download PDF

275mila euro in tre anni per 8 progetti

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

È stata approvata la graduatoria definitiva del bando regionale per i contratti di fiume: sono otto i progetti cui saranno destinati i 275 mila euro stanziati dalla Regione Toscana per il triennio 2019 – 2021. Pari a poco più di 34mila euro il budget per ogni progetto.

Commenta l’Assessore all’ambiente Federica Fratoni:

I contratti di fiume sono un capitolo della complessiva strategia della Regione per affrontare il rischio idrogeologico e registro con soddisfazione l’esito di questo bando che abbiamo gestito con la collaborazione di ANCI.

C’è un aspetto che mi preme sottolineare: la capacità che questo strumento ha di promuovere la valorizzazione e la riqualificazione dei corsi d’acqua nei contesti urbani, consentendo, attraverso processi di partecipazione dal basso, la costituzione di relazioni proficue tra istituzioni e soggetti del territorio. È un’esperienza che proseguiremo e anzi rafforzeremo.

Così il Sindaco di Prato e presidente di ANCI Toscana, Matteo Biffoni:

Se i fiumi e i torrenti vivono, non solo i nostri territori sono più sicuri, ma è anche possibile aiutare le economie locali e recuperare antiche e preziose tradizioni.

Grazie alla manutenzione e alla valorizzazione dei corsi d’acqua esercitiamo la tutela del territorio, in un momento cruciale per la salvaguardia delle risorse idriche e del paesaggio.

Questo l’elenco dei progetti finanziati:
1 – Comune di Seravezza (LU) (in collaborazione con Comune di Stazzema, Unione dei Comuni della Versilia, Ente Parco Alpi Apuane) : “Le comunità salvaguardano, valorizzandolo, il fascino dei loro territori”;
2 – Comune di Asciano (SI): “Contratto di fiume La Lama”;
3 – Comune di Gavorrano (GR), in collaborazione con i Comuni di Scarlino, Follonica, con il Parco nazionale Colline metallifere: “Verso un contratto di fiume per la bassa Val di Pecora per un territorio più sicuro, per la gestione sostenibile delle risorse idriche e la valorizzazione delle vie d’acqua (e del ferro) dalle colline al mare”;
4 – Comune di Massa (MS) (insieme all’Ente Regionale Parco Alpi Apuane): “Verso un contratto di fiume per il Frigido”;
5 – Comune di Montignoso (MS), insieme al Comune di Pietrasanta: “Verso il contratto del lago Porta”;
6- Comune di San Gimignano (SI), in collaborazione con i Comuni di Barberino Tavarnelle, Castelfiorentino, Certaldo, Colle Val d’Elsa, Poggibonsi: “Oltre i confini. Verso il contratto di fiume Elsa”;
7 – Comune di Massarosa (LU), collegato al Comune di Vecchiano: “Contratto di lago del Massaciuccoli”.
8 – Comune di Volterra (PI), in collaborazione con i Comuni di Cecina, Pomarance, Montecatini Val di Cecina, Riparbella e Montescudaio: “Verso il contratto di fiume della Val di Cecina”.

Print Friendly, PDF & Email