Home Rubriche Muórze e surze Torta morbida con uvetta e canditi

Torta morbida con uvetta e canditi

304
Torta morbida con uvetta e canditi


Download PDF

Ingredienti

255 grammi di farina
3 uova
180 grammi di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
75 grammi di burro
60 grammi di uvetta
75 grammi di frutta candita
6 cucchiai di rum
6 cucchiai di granella di zucchero
15 ciliegine candite
La buccia grattugiata di un’arancia

Procedimento

Questo dolce è una sorta di panettone campano, molto morbido e gustoso, semplice da preparare, che può arricchire i nostri pasti nelle festività natalizie e non solo.

Innanzitutto mettiamo in una zuppiera le 3 uova, che non devono essere fredde dal frigo, magari le tiriamo fuori prima perché possano essere a temperatura ambiente, assieme allo zucchero e le montiamo con la frusta per una decina di minuti, perché incorporino molta aria e rendano soffice il risultato finale.

A parte avremo messo a bagno l’uvetta nel rum, volendo lo possiamo fare anche la sera prima, per poi scolarla ed unirla ad uova e zucchero, con il burro fuso, la frutta candita tagliata in dadini e la buccia di arancia grattugiata, e amalgamiamo tutto girando dal basso verso l’alto.

A questo punto possiamo aggiungere la farina, passata al setaccio per evitare che ci siano grumi, e il lievito per dolci.

Prendiamo una pirofila di 28 – 30 centimetri di diametro, la ungiamo con del burro e la infariniamo, scuotendola dopo per eliminare la farina in eccesso, poi versiamo il composto che abbiamo preparato, cospargendolo con la granella di zucchero prima di cuocere per 30 – 40 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.

Una precauzione da usare è quella di non aprire il forno prima di una mezz’ora, perché il nostro dolce potrebbe sgonfiarsi se non si è consolidata la lievitazione, dopodiché possiamo saggiare la cottura con uno stuzzicadenti.

Sfornata aspettiamo che si sia completamente raffreddata prima di toglierla dalla pirofila ed adagiarla in un piatto da portata guarnendola con le ciliegine candite.

Possiamo accompagnarla con liquori fatti in casa, di quelli di stagione, un rosolio o un nocillo.

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email
Carolina Barra

Autore Carolina Barra

Carolina Barra, impiegata in pensione, profonda conoscitrice del cibo in tutte le sue declinazioni, adora cimentarsi nei piatti tipici della tradizione e scoprirne i trucchi per poterli tramandare.