Home Toscana Regione Toscana Svastica sulla soglia di casa di una famiglia ebrea a Firenze

Svastica sulla soglia di casa di una famiglia ebrea a Firenze

259
Monica Barni


Download PDF

Segnali preoccupanti di rigurgiti antisemiti che non vanno sottovalutati secondo la Vicepresidente della Giunta regionale toscana

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Il gesto è di quelli che sconcertano e che non può passare assolutamente sotto silenzio per la Vicepresidente ed Assessore alla cultura della Regione Toscana.

Dice:

La notizia della svastica disegnata davanti alla casa di una famiglia ebrea di Firenze, nel quartiere di Campo di Marte, è un segnale assolutamente da non sottovalutare: l’ennesimo di rigurgiti di un antisemitismo che si manifesta in un modo sempre più spudorato e a cui dobbiamo reagire.

La svastica era comparsa mercoledì e denunciata ieri, 29 maggio.

Commenta Barni, che ricorda l’attenzione sul tema dedicato dalla Regione:

Un gesto vergognoso e vile. Certi segnali non vanno sottovalutati. Dobbiamo avere il coraggio di guardarci dentro, di capire cosa sta succedendo nella società, e di rispondere con la conoscenza e la verità storica.

Per questo abbiamo dati vita ad un osservatorio sui neofascismi, abbiamo organizzato incontri di studio e di analisi sui linguaggi d’odio in rete, ne abbiamo parlato con i ragazzi: anche con quelli che ogni due anni portiamo col treno della Memoria ad Auschwitz.

La Regione Regione ha incaricato infatti le università toscane, assieme all’Istituto storico per la Resistenza e all’Istituto Sangalli, di analizzare il fenomeno dei nuovi razzismi e della radicalizzazione dell’intolleranza.

Ne è emersa un’indagine già molto ampia, che ha provato ad indagare ad esempio l’atteggiamento di diciottenni e diciannovenni verso gli altri, ha analizzato le parole d’odio, ha mappato i fenomeni di discriminazione che appaiono in crescita, nella vita reale e sul web.

Print Friendly, PDF & Email