Home Territorio Serata – spettacolo ‘La mia vita a 300 all’ora’

Serata – spettacolo ‘La mia vita a 300 all’ora’

239
'La mia vita a 300 all'ora'

Il 9 maggio al Cinema – Teatro Acacia di Napoli

Giovedì 9 maggio, ore 20:30, presso il Cinema – Teatro Acacia, via Raffaele Tarantino 10, Napoli si terrà la serata – spettacolo ‘La mia vita a 300 all’ora’ con la presentazione dell’omonimo libro di Pasquale Mele, edito da Grafica Elettronica.
Un evento speciale, presentato da Angelo Di Gennaro, ad ingresso gratuito su prenotazione, per raccontare la forza inesauribile della famiglia di Pasquale e Filomena Mele, sconvolta in seguito alla malattia del figlioletto Antonio e raccogliere fondi a sostegno della ricerca scientifica.

Una storia dolorosa, ma a lieto fine quella del bimbo che, a solo un anno e mezzo di vita, viene colpito da un male terribile, il neuroblastoma, che, dopo sei mesi di cure, chemio ed interventi chirurgici presso l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, riuscirà fortunatamente a sconfiggere.

Antonio ora è un giovane quindicenne, che conduce una vita normalissima, al pari dei suoi coetanei. Il libro è una testimonianza diretta di quanto importante sia non arrendersi mai, continuare a lottare con fiducia ed ottimismo anche di fronte a quel tumore terribile che, dopo la leucemia, è la prima causa di mortalità infantile.

La serata – evento ‘La mia vita a 300 all’ora’ è importante non solo per puntare i riflettori e sensibilizzare l’opinione pubblica su angosce e sofferenze di chi è costretto a combattere ogni giorno contro questo male, affrontando un’esperienza devastante, ma anche e soprattutto per evidenziare che con cure giuste e tempestive di professionisti eccellenti si può tornare a sperare.

Credere nel potere della guarigione anche nei momenti peggiori, quelli in cui il terrore di vedere una giovane esistenza che si sta consumando sembra non lasciar spazio alla luce. Una serata di festa in cui gioire, un inno alla vita, assieme a tanti volti noti del mondo dello spettacolo e della cultura che fanno della solidarietà il loro punto di forza e, ovviamente, luminari della medicina senza i quali questa felicità non sarebbe stata possibile.

Un ruolo significativo, nell’organizzazione della serata, oltre che dell’artista partenopeo Angelo Di Gennaro, che, come tutti coloro che interverranno, presta il suo volto a puro titolo amichevole, anche quello della costumista Maria Sasso, che lavorando nel famoso real drama di Rai Tre Un Posto al Sole, è riuscita a coinvolgere alcuni attori hanno diffuso dei messaggi di solidarietà attraverso i loro canali social per invogliare il pubblico a recarsi all’evento: Antonella Prisco, Cosimo Alberti, Riccardo Polizzy Carbonelli. Il richiamo del tam tam, poi, ha fatto il resto. Ed ecco anche Biagio Izzo, Tony Rossi, Francesco Cicchella, oltre che molti altri.

Ma com’è nata esattamente l’idea del libro?

Ce lo facciamo spiegare direttamente dall’autore.

Dopo la guarigione di Antonio, nella speranza di aiutare anche altre famiglie, ho continuato a collaborare costantemente con l’Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma, con sede presso l’Ospedale Gaslini, che si occupa di raccogliere fondi a sostegno della ricerca scientifica.

Difatti, ho organizzato e partecipato a tante iniziative di sensibilizzazione, grazie al contributo importante di amici che mi sono sempre stati accanto e di altri che si sono aggiunti nel corso del tempo.

Da qui è nata l’esigenza di rendere pubblico quello che tempo addietro avevo scritto come un racconto autobiografico che doveva semplicemente rimanere circoscritto al mio ambito familiare, in modo che il ricavato della vendita fosse devoluto interamente all’associazione.

Al testo originale, rivisitato da alcuni amici giornalisti, dato che non sono uno scrittore di professione e mi occupo di automobili da corsa, sono state aggiunte anche illustrazioni a disegno in carboncino. Il risultato è una toccante narrazione di come la vita sia un dono meraviglioso, anche e soprattutto se vissuta a 300 all’ora.

Durante l’udienza papale del 18 ottobre 2017 il racconto è stato anche consegnato a Sua Santità Papa Francesco. Qualche mese fa, poi, sono stato invitato a Mediaset dal Direttore de TGCOM24, Paolo Liguori, nell’ambito dello spazio ‘Dentro i fatti’ condotto da Micaela Nasca, perché riportassi la mia esperienza.

Acquistare il libro, quindi, significa sostenere la ricerca sull’immunoterapia e donare un sorriso e una speranza ai bambini costretti in ospedale. Ma non ci siamo fermati al testo classico, creando, inoltre, una versione audio – libro per i non vedenti, interpretata dal famoso attore Alessandro Incerto. A questo proposito, alla serata parteciperà anche un’associazione di non vedenti, per ascoltare alcune parti più emozionanti del formato sonoro.

Attualmente testo ed audio sono in vendita sul sito dell’associazione.

Per partecipare alla serata e prenotare la propria poltrona, basta chiamare o inviare un messaggio al 3512601034, specificando i nominativi.

Print Friendly, PDF & Email