Home Territorio ‘School Talk’: sinergia tra Aeronautica Militare e società civile

‘School Talk’: sinergia tra Aeronautica Militare e società civile

576
'School Talk' Scuola Specialisti dell'Aeronautica Militare di Caserta


Download PDF

A Caserta esperienze concrete ed esempi positivi per far crescere nei giovani consapevolezza nei propri mezzi e delle loro potenzialità

Si è tenuta ieri, 31 gennaio 2019, alle 10:30, nella splendida cornice della Reggia di Caserta, presso la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, nell’aula multimediale ‘Ottone Huber’, giovane sottufficiale pilota e Medaglia d’Oro al Valor Militare, la presentazione dell’innovativo progetto didattico ‘School Talk’ proposto dal Comitato “Ad Astra” in collaborazione, e soprattutto il supporto della Scuola Specialista dell’Aeronautica Militare, l’Assessorato alle politiche Sociali e l’Assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Caserta.

Presenti anche alcuni esponenti dell’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta, tra cui il Colonnello Domenico Petrillo.

Appena giunto sul posto, l’accoglienza è stata assolutamente encomiabile: lì ad aspettarmi c’era il 1° Aviere Scelto Luigi Lanni, giovanissimo, eppure da ben otto anni a servizio dell’Aeronautica Militare. Particolare attenzione e merito all’andamento positivo dell’evento, è stata l’attività svolta dal garbatissimo Capitano Giulio Finotti, elemento organizzatore indispensabile.

Forte affluenza di pubblico, di Autorità locali e soprattutto scolastica, considerata l’importanza e la valenza del progetto che è rivolto proprio ai giovani del territorio.
Moderatrice d’eccezione è stata la dott.ssa Giovanna Passariello, Presidente del Comitato “Ad Astra” che ha dato una forza propulsiva al progetto e alla sua realizzazione.

Due, i relatori che hanno ben fornito elementi per la comprensione della struttura progettuale dello ‘School Talk’, il padrone di casa, il Comandante SSAM – Colonnello Nicola Gigante e lo stesso ideatore del progetto Avv. Giancarlo Malpede.

Gli obiettivi del progetto ‘School Talk’ sono da riscontrare nella summa delle esperienze concrete, esempi positivi, quali la conoscenza di storie personali di successo, a cui i ragazzi possono attingere attraverso cicli di lezione di circa un’ora e mezzo con un “mentore” che a rotazione, parlerà di sé, del proprio percorso esistenziale e professionale, al fine ultimo di dare alla giovane platea, di circa sessanta ragazzi, un potenziamento del proprio grado di consapevolezza, diradando ogni forma di scoraggiamento e abbattimento morale e consegnando loro gli strumenti per scoprire i propri talenti e coltivarli con coraggio.

I mentori sono personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo, delle professioni, del mondo delle imprenditoria e della Difesa.

Il progetto è rivolto, in via sperimentale, agli Istituti casertani ISISS “Terra di Lavoro” e al Liceo Artistico “San Leucio”.

'School Talk' Scuola Specialisti dell'Aeronautica Militare di Caserta

Dopo l’ouverture della bravissima moderatrice e i saluti del Comandante Gigante, la parola è passata al Prefetto di Caserta, il dr. Raffaele Ruberto che ha invitato i ragazzi a cogliere questa preziosa opportunità che gli si offre, augurando loro un buon percorso e una buona vita.

Subito dopo è stata la volta del Consigliere comunale Pasquale Antonucci che ha informato gli astanti dell’approvazione della delibera comunale del giorno prima, che conferma la presenza della base dell’Aeronautica Militare in città e che tale segno positivo è un ottimo integratore per far “squadra” sul territorio.

A seguire, c’è stato l’intervento dell’Assessore Tiziana Petrillo che si è rivelata entusiasta e particolarmente intenzionata a portare avanti il progetto, che verte certamente con un contatto diretto tra personalità di spessore e ragazzi, in una veste organizzativa davvero innovativa:

Bisogna dare una scintilla di consapevolezza a questi ragazzi e far capir loro che esiste un vero percorso meritocratico.

Delucidante ed esaustivo il discorso dell’avvocato Giancarlo Malpede, ideatore del progetto, il quale ha ben illustrato le varie fasi strutturali dello stesso, che è, in realtà, finalizzato a dar modo ai giovani di far chiarezza sul loro futuro e, al contempo, di dare la possibilità anche ai mentori di restituire ciò che hanno ricevuto dalla loro personale esperienza professionale e non.

Durante la presentazione sono stati mostrati due video, curati dalle professoresse Rosalba Loreto e Angela Capasso, in cui si sentono le dichiarazioni di alcuni studenti che, in sostanza, rappresentano le loro perplessità e ansie riguardo al proprio futuro.

Altri meritevoli contributi si sono susseguiti nel corso della mattinata, come quelli dei dirigenti scolastici Prof. Emilia Nocerino Dir. dell’Istituto “Terra di Lavoro” e il Dir. Prof. Antonio Fusco del liceo artistico “San Leucio” che hanno entrambi parlato di consapevolezza, cultura e soprattutto identità.

Poi è stata la volta dei mentori, fra cui l’avvocato Francesco Postiglione – Campione mondiale di Pallanuoto, l’Ingegnere Raffaele Castagna – Managing Director presso Accenture Roma, l’attore e regista Amedeo Letizia e, in collegamento da Edimburgo, l’Ingegnere Sabrina Maria Malpede – CEO Smar Azure e ActBlade: tutti, nel raccontare di sé e, in sintesi, della propria esperienza di vita, si sono dichiarati entusiasti nel partecipare a questo innovativo progetto che li condurrà ad avere un rapporto diretto con i ragazzi e lasciar loro qualcosa del proprio vissuto.

A concludere la carrellata di interventi la dott.ssa Viridiana Miriam Salerno che ha illustrato il cosiddetto ‘Spin off’, ovvero il progetto Reporter a scuola, un laboratorio di giornalismo che darà ai ragazzi l’opportunità di comprendere il senso della parola “comunicare” e affinare le tecniche dello scrivere in gruppo o in modo individuale.

L’evento è terminato con i saluti della splendida moderatrice, la dott.ssa Giovanna Passariello che ai nostri microfoni ha ribadito:

Il valore e l’importanza della consapevolezza, dell’identità e della cultura, e della necessaria sinergia fra le varie Istituzioni rivolte al bene esclusivo dei ragazzi e della Comunità.

Alla domanda sull’effettivo valore della memoria, di cui è appena trascorsa la relativa giornata, e di cosa si sentisse di dire ai giovani, il Comandante SSAM – Colonnello Nicola Gigante ha risposto:

Impariamo dal passato e miglioriamoci nel futuro.

Gli studenti presenti all’iniziativa hanno quindi assistito ad un briefing sulle modalità di arruolamento in Aeronautica Militare e sulla missione della Scuola Specialisti, per poi visitare le infrastrutture e i laboratori didattici che ne consentono l’assolvimento.

Andando via dai locali della splendida Reggia di Caserta, ma soprattutto dall’ambiente familiare e protettivo delle mura dell’Aeronautica Militare, ci si rende conto che la sua presenza sul territorio casertano è di fondamentale importanza per i cittadini, ma soprattutto per i giovani che, nel corso del tempo, ne possono attingere elementi valoriali, per fortificare il proprio tessuto culturale, gettare ottime basi nella terra fertile e feconda della “memoria” e, su di essa, edificare il palazzo della propria esistenza personale e professionale.

Col. Nicola Gigante e Cap. Giulio Finotti
Col. Nicola Gigante e Cap. Giulio Finotti
Print Friendly, PDF & Email
Antonio Masullo

Autore Antonio Masullo

Antonio Masullo, giornalista pubblicista, avvocato penalista ed esperto in telecomunicazioni, vive e lavora a Napoli. Autore di quattro romanzi, "Solo di passaggio", "Namastè", "Il diario di Alma" e "Shoah - La cintura del Male".