Home Territorio Rock!, mostra internazionale sulla musica – VII edizione

Rock!, mostra internazionale sulla musica – VII edizione

484
rock

Dal 2 al 30 settembre 2017 al PAN

Riceviamo e pubblichiamo.

Ritorna, per il settimo anno consecutivo al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, dal 2 al 30 settembre 2017 la mostra internazionale sulla musica e i suoi linguaggi ‘Rock!’, ideata e diretta dai giornalisti e critici musicali Carmine Aymone e Michelangelo Iossa. Ingresso libero.
La mostra è realizzata in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Napoli e nelle sue precedenti sei edizioni ha fatto registrare oltre 77mila visitatori e che, per continuità ed estensione, la rende una delle mostre espositive dedicate alla musica e ai suoi linguaggi tra le più ricche e ampie mai realizzate in Europa.

‘Rock!’celebra il suo settimo atto: 7 come i giorni dei cicli lunari, 7 come le bande di frequenza in cui si suddivide l’arcobaleno a livello cromatico, ma soprattutto 7 come le note musicali.

La mostra ‘Rock!’ quest’anno, vivrà all’insegna del numero 7 e attraverso 7 aree tematiche celebrerà differenti anniversari:
– 1977-2017 quarantesimo anniversario della scomparsa del re del rock Elvis Presley con
un’ampia sezione a lui dedicata che accoglierà suoi oggetti personali provenienti direttamente da collezioni di Memphis, Tennessee, USA, di proprietà dell’Elvis Museum on Tour, a cura di mr. Franz Heel per FH That’s All Right GmbH.

A questi oggetti si aggiungono numerose memorabilia, 45 giri rari, spartiti, messe a disposizione dalla Fondazione Bideri, della storica casa editrice Bideri di Napoli, presieduta da Ferdinando Bideri che detiene i diritti d’autore del classico dei classici partenopeo ‘‘O sole mio’ che Elvis incise nel 1960 come ‘It’s now or never’, ancora oggi il suo singolo più venduto, e di ‘Surrender’, ‘Torna a Surriento’ di Ernesto e Giambattista De Curtis.

Di tutte le incisioni proposte dalla Fondazione Bideri ed esposte alla mostra, saranno disponibili QR-codes che consentiranno ai visitatori di ‘Rock!7’ di poterle
ascoltare via smartphone.

– 1977- 2017 quarant’anni di punk con la mostra fotografica in esclusiva per l’Italia
intitolata Warzone centre del fotografo britannico Ricky Adam che tratta della scena punk
sviluppatasi a Belfast e dominata fino al 2003 dal collettivo artistico-sociale The Warzone
Center, noto anche come The Center.

The Center è considerato una delle roccaforti europee della controcultura punk. Una gallery fotografica racchiusa nel libro omonimo pubblicato da Damiani.

– 1977- 2017 La febbre del sabato sera – Saturday Night Fever: l’esplosione del fenomeno
disco music e l’ascesa definitiva di una band divenuta leggenda della musica con oltre 230 milioni di dischi venduti, i Bee Gees.

– I 7 album capolavoro del 1967. Il 1967 è, per molti, lo zenith compositivo del rock, l’anno di grazia in cui vengono pubblicati nell’arco di 12 mesi capolavori come ‘Are you experienced?’ di Jimi Hendrix, ‘The Doors’ dei Doors, ‘Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band’ dei Beatles, ‘Days of future passed’ dei Moody Blues, ‘The Piper at the Gates of Dawn’ dei Pink Floyd di Syd Barret, Velvet Undergound & Nico e Mr. Fantasy dei Traffic di Steve Winwood e Jim Capaldi.

– Rock!- Gothic Seven Seals curata dall’artista e musicista Francesca Fariello che, attraverso 7 “spunti”, metterà in luce le connessioni tra la musica rock, la letteratura, il cinema gotico/horror e la Napoli del mistero con gli scatti dei fotografi Dino Borelli, Alessandro Catocci, Giuseppe D’Anna, Luigi Maffettone, Fiorella Passante, Davide Visca.

David Gilmour e il Paradiso Perduto, Paradise Lost, 1667, di John Milton racchiuso nel disco Rattle That Lock, i coniugi Shelley, Percy Bysshe Shelley con il suo lirismo emotivo a tratti esasperato e Mary Shelley con il suo Frankenstein, Dracula il vampiro della letteratura che ha ispirato molti artisti del rock, la Dance magic di David Bowie nella fiaba gotica Labyrinth, L’angelo caduto del pittore William Rimmer e il simbolismo nella musica dei Led Zeppelin, David Lynch e le sue visioni in Twin Peaks di musica, cinematografia e poesia, Michael Jackson e il suo misterioso legame con il numero 7, la sua posa del 7, il 7-7-7 della statua di HIStory, la walking dead dance in ‘Thriller’
– L’area Go七hic Seven Seals accoglierà al suo interno anche una sezione dedicata a Michael Jackson e ai suoi misteri legati al numero 7, al 777 e al 1998, curata da Patrizia Stingo, una delle più grandi collezioniste d’Europa di materiale di Jackson: si potranno ammirare oggetti appartenuti all’artista – cappelli, pantaloni, mocassini, memorabila, rarità, dischi – mai esposti fino ad ora.

– Area eventi live.

– Oasi Rock!/Area merchandising.

Ma non è tutto: gli spazi napoletani dell’Hart di via Francesco Crispi e quelli della libreria Berisio di via Port’Alba ospiteranno eventi Rock!Off.

Il primo accoglierà, attraverso un ciclo di appuntamenti intitolato Hart of Rock!, le proiezioni di film tutti preceduti da un incontro/introduzione a cura della mostra ‘Rock!7’ -The Beatles: Eight Days a Week, The Doors, Woodstock, Saturday Night Feve -, mentre il secondo sarà la cornice degli AperitiviJazzRock! in cui sarà narrata l’arte di musicisti che partendo dal jazz hanno messo insieme la musica d’improvvisazione con il rock e molto altro, Miles Davis, Chet Baker, Gil Evans, Weather Report.

Ancora una volta la mostra proverà a raccontare il pianeta Rock! – dal 2 al 30 settembre 2017 – attraverso oggetti, memorabilia, strumenti musicali, spartiti, immagini, incontri, dibattiti e soprattutto tanta musica!

Nel corso degli anni la mostra internazionale Rock! ha avuto il privilegio di consegnare il premio Rock! Legend a miti come David Gilmour, Pink Floyd, Graham Nash, The Hollies -CSN&Y, Joe Satriani, gli America, Ian Paice, Deep Purple, Uli Jon Roth, Scorpions, Nicola Piovani, Premio Oscar, Carl Palmer, ELP, Phil Palmer, Adrian Maben, il regista di Pink Floyd Live at Pompei, Fish, Marillion, Paul Whitehead, autore delle copertine dei Genesis, Tony Levin, King Crimson, Roger Taylor, Duran Duran, Phil Palmer, Karole Armitage…

Print Friendly, PDF & Email