Home Territorio Rassegna ‘Nomi Cose Teatri’, dal 10 al 13 novembre

Rassegna ‘Nomi Cose Teatri’, dal 10 al 13 novembre

1062
Chiromantica_ph. Marco Ghidelli.j


Download PDF

Al TAN di Napoli e al Teatro Civico 14 di Caserta

Riceviamo e pubblichiamo.

L’Associazione Morks, in collaborazione con alcune compagnie ed esercizi teatrali della Campania, ha promosso il progetto NCT (acronimo di Nuovo Circuito Teatrale) – coordinamento campano finalizzato alla circuitazione teatrale sul territorio regionale con particolare attenzione alla valorizzazione delle compagnie emergenti e degli spazi medio-piccoli. La misura è finanziata dal bando Funder 35 www.funder35.it  anno 2015.

Nell’ambito del progetto nasce la rassegna “Nomi Cose Teatri” con l’obiettivo di valorizzare i lavori prodotti all’interno della rete dei soggetti del circuito e promuovere realtà emergenti da far circuitare nell’ambito della programmazione NCT. La rassegna, che si terrà dal 10 al 13 novembre 2016, ospiterà 8 spettacoli che andranno in scena al Teatro Area Nord di Napoli e al Teatro Civico 14 di Caserta.

Al fine di ampliare la rete dei soggetti, così come da obiettivo progettuale, ai 5 lavori invitati a partecipare dall’organizzazione della rassegna, saranno affiancati altri 3 spettacoli scelti attraverso una call per artisti destinata a realtà emergenti del teatro.

Il programma della rassegna si arricchisce con l’incontro dal titolo Cortocircuito teatrale e percorsi condivisi che si terrà sabato 12 novembre alle ore 10 al Sottopalco del Teatro Bellini di Napoli. L’attenzione verso il pubblico e la possibilità di offrire una circuitazione variegata e costante sono alla base di questo confronto. Nuove creatività, nuove professioni e nuovi spazi performativi si aprono la strada nel tessuto sociale ed economico della Campania e bisogna mettere a fuoco una riflessione sulle professioni e sui cambiamenti nel campo del lavoro culturale e del pubblico. Sono previsti interventi a cura di: Mimma Gallina, Ateatro; Angelo Curti, Teatri Uniti; Giulio Baffi, Associazione Nazionale Critici di Teatro; Gabriele Russo, Teatro Bellini; Domenico Santo, Morks; Ilaria Cecere, Bus Theater.

NCT – coordinamento campano vuole rispondere all’esigenza di piccoli e medi teatri dei comuni della regione Campania di strutturare servizi di distribuzione, promozione e comunicazione di spettacoli teatrali. I partner coinvolti nel progetto sono Teatri Uniti, Start Interno5, Piccolo Bellini, Baracca dei Buffoni, Teatro Elicantropo, Teatro Area Nord, Teatro Civico 14, Nostos Teatro di Aversa, Godot Art.

Programma completo “Nomi Cose Teatri”

TAN giovedì 10 novembre ore 20:30
“Il paradiso degli idioti”
drammaturgia e regia Paola Di Mitri
con Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno, Francesco Marilungo.
con il sostegno di Kilowatt Festival, Teatri di Bari | finalista Premio Scenario 2015
La Ballata dei Lenna

“Il paradiso degli idioti”è una scatola di polaroid mosse, scattate a caso nella vita di una famiglia. O di quello che di una famiglia rimane. Qui ci sono Andrea e Sonia. Fratello e sorella, che si rincontrano dopo molto tempo nella loro casa d’infanzia per leggere assieme il testamento morale che il padre ha lasciato loro in eredità prima di morire. Il loro è l’incontro di due sguardi diversi sul mondo, di due ideali di creazione contrari, di spaccature prospettiche opposte, ma entrambi celano a sé stessi e all’altro l’inadeguatezza a diventare loro stessi padri e creatori dei propri mondi.

TAN venerdì 11 novembre ore 20:30
“Come una bestia”
con Antonio Perna
regia di Orazio De Rosa
Baracca dei Buffoni

Uno scarafaggio arrampicatore sociale, uno scorpione killer, una spugna che vuole smettere di bere, un pappagallo che parla d’amore: Viskovitz è ognuna di queste bestie e molte altre ancora, alle prese con le loro bizzarrie, nevrosi, vanità. “Come una bestia” è un tour de force di comicità e intelligenza, dove il gergo scientifico diventa invenzione linguistica, la battuta aforisma. Attacchi folgoranti danno vita a intrecci pieni di sorprese, che spaziano dalla gag comica al western, dall’assurdo al blues. Sono favole ironiche che illuminano un mondo in cui si fatica a essere animali e si finisce per diventare bestie.

TAN sabato 12 novembre ore 20:30
“Chiromantica ode telefonica agli abbandonati amori”
uno spettacolo di e con Roberto Solofria e Sergio Del Prete
da Enzo Moscato, Annibale Ruccello, Giuseppe Patroni Griffi e Francesco Silvestri
Teatro Civico 14 e Murìcena Teatro

Angoli di camera da letto, angoli di sogni, angoli di abbandoni, angoli di amori e di illusorie telefonate. Un luogo unico e disunito che unisce le anime stracciate di CHIROMANTICA ODE

“Telefonica agli abbandonati amori”. Enzo Moscato, Giuseppe Patroni Griffi, Annibale Ruccello e Francesco Silvestri, sono gli autori che creano il fil rouge, (in)consapevolmente tra le loro anime dannate riportate su carta negli anni ’80, anni di grande fervore culturale. Rosalinda Sprint, Jennifer, Gina, Tuna, Bolero e Grand Hotel, sono le protagoniste di questo viaggio oniricochiromantico en travestì.

TAN domenica 13 novembre ore 18:00
“Sin aire”
ideazione e regia Silvana Pirone
con Giovanni Granatina, Sara Scarpati, Maria Teresa Vargas
drammaturgia Luigi Imperato e Silvana Pirone
Nostos Teatro e Morks

“Sin aire” è un racconto per immagini, corpi che parlano d’amore, di possesso, di violenza. Il tempo rappresenta uno degli elementi più importarti: nei movimenti ripetuti degli attori, nel ritmo dei gesti, nell’ineluttabile fine a cui lo spettacolo e la vita stessa vanno incontro. Destino di morte e vita insieme, d’amore e d’ombra, di attimi che scorrono e di un tempo perenne che si ferma. Il lavoro prende spunto da “Aspettando Godot” di Beckett e da “I ciechi” di Maeterlinck e “Sin aire” ne conserva la malinconia, la cecità, il non vedere, il rapporto con il tempo. Il tempo, rappresentato simbolicamente da un’enorme clessidra in filo di sabbia: l’attesa senza respiro, senz’aria.

TC14 giovedì 10 novembre ore 21:00
“L’anniversario”
scritto e diretto da Gianluca d’Agostino
con Antonio Marfella e Gianluca d’Agostino
Compagnia Gianluca d’Agostino e Il Teatro Soc.Coop.

Siamo in una casa. È l’anniversario di Luigi e Lucrezia. Luigi sogna di festeggiare come ha sempre fatto, ma Lucrezia non c’è più. È andata via quattro mesi prima senza spiegazioni e Luigi non è più uscito di casa. A fargli compagnia, in questo che da felice, si è trasformato in triste giorno; c’è un amico, il quale cerca invano, con ogni mezzo, di smuoverlo da questa situazione di stallo in cui si ritrova. Ma Luigi è fermo, bloccato, cristallizzato nell’attimo in cui Lucrezia è andata via. Qualcosa di ambiguo arriverà a rendere ancora più speciale e misterioso questo giorno. E Luigi dovrà fare la sua scelta.
Spettacolo selezionato – avviso pubblico “Nomi Cose Teatri”.

TC14 venerdì 11 novembre ore 21:00
“Pisci ‘e paranza”
progetto e regia di Mario De Masi
con Andrea Avagliano, Ilaria Cecere, Serena Lauro, Fiorenzo Madonna, Luca Sangiovanni
Produzione Il Punto in movimento in collaborazione con L’asilo exasilofilangieri.it
Segnalazione speciale Premio Scenario 2015
Effetti sonori Mimmo SEC_
Compagnia Pisci ‘e Paranza

Cinque figure ai margini della società si incontrano in una stazione. Tre di loro (una coppia con il fratello di lei) vivono stabilmente tra i binari, mentre gli altri due sono provinciali che hanno perso l’ultimo mezzo utile per fare ritorno alla propria casa. L’interazione fra i due gruppi nasce come conflitto per la difesa di spazi vitali, si evolve in gioco e pacifica collaborazione attraversando sempre momenti di tensione sino alla fine, quando gli eventi condurranno ad una crudele intimità.
Spettacolo selezionato – avviso pubblico “Nomi Cose Teatri”.

TC14 sabato 12 novembre ore 21:00
“Sempre domenica”
autore Controcanto Collettivo
regia Clara Sancricca
con Federico Cianciaruso, Fabio De Stefano, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero
Controcanto Collettivo

“Sempre domenica” è un lavoro sul lavoro. Sul palco sei attori su sei sedie, che tessono insieme una trama di storie, che aprono squarci di esistenze incrociate. Sono vite affaccendate nei quotidiani affanni, vite che si arrovellano e intanto si consumano, che a tratti si ribellano eppure poi si arrendono, perché in questo carosello di moti e fallimenti è il lavoro a suonare la melodia più forte, quella dell’ineluttabile, dell’inevitabile, del così è sempre stato e del sempre così sarà.
Spettacolo selezionato – avviso pubblico “Nomi Cose Teatri”.

TC14 domenica 13 novembre ore 21:00
“Trattato semiserio di oculistica”
idea di Orlando Izzo e Angelo Petracca
interpreti Orlando Izzo e Angelo Petracca

La relatività di un’azione, di un gesto quotidiano e per estensione di qualsiasi “presenza” visibile all’occhio, dà origine all’interrogativo che i due autori e danzatori si sono posti osservandosi nella creazione. Cosa c’è di vero ed assoluto nell’istinto di un movimento? L’indagine semiscientifica che si vuole approfondire parte dalla radice di ciò che determina in prima istanza il giudizio di una qualsiasi realtà: la vista. Tutto ciò che esiste e quindi anche tutto ciò che viene creato e danzato è, appunto, creato e danzato utilizzando la vista del creatore e la vista dell’interlocutore pubblico.

“Vib-vibrations in body”
regia Orlando Izzo e Annalì Rainoldi
con Orlando Izzo

“VIB” è un’indagine sulle specifiche differenti qualità di movimento nell’urgenza che muove il corpo per esplorare il territorio interno ed esterno. Coordinate di spazio dettagliate, coordinate di tempo dettate dalle capacità articolatorie funzionali, pragmatiche e necessarie. Lo studio nasce dalla necessità di mettere alla luce un tema da molti ignorato. La sordità non è più vista nel suo risvolto negativo ma è studiato nelle sue varie sfaccettature che aprono un mondo nuovo e “inesplorato”. L’esperienza diretta è il motore di tutto il lavoro e la necessità di scoprire come il corpo stesso, attraverso il movimento, reagisce al silenzio.

Teatro Bellini sabato 12 novembre ore 10:30 – 13:00
“Cortocircuito teatrale e percorsi condivisi”
Al Sottopalco del Teatro Bellini di Napoli si terrà l’incontro ““Cortocircuito teatrale e percorsi condivisi” all’interno della rassegna “Nome Cose Teatri” organizzata da NCT.
Da NCT prende il via progetto che ha come obiettivo valorizzare e mettere in rete piccole compagnie e piccoli spazi teatrali e creare nuovo pubblico soprattutto nelle realtà più periferiche.
La rassegna di NCT “Nome Cose Teatri” vede la collaborazione di diverse realtà campane, con esperienze, percorsi e modalità di lavoro differenti tra loro. L’attenzione verso il pubblico e la possibilità di offrire una circuitazione variegata e costante sono alla base di questo confronto. Nuove creatività, nuove professioni e nuovi spazi performativi si aprono la strada nel tessuto sociale ed economico della Campania e bisogna mettere a fuoco una riflessione sulle professioni e sui cambiamenti nel campo del lavoro culturale e del pubblico.
Interventi:
Mimma Gallina, Ateatro; Angelo Curti, Teatri Uniti; Giulio Baffi, Associazione Nazionale Critici di Teatro; Gabriele Russo, Teatro Bellini; Domenico Santo, Morks; Ilaria Cecere, Bus Theater.

Per info e prenotazioni:
info@nactcampania.it – 320 21 66 484 – http://nctcampania.it/

Biglietti
intero: 10 €
abbonamento 4 spettacoli: 30 €
abbonamento 2 spettacoli: 15 €

Print Friendly, PDF & Email