Home Territorio Proiezione speciale di ‘Vinilici’ al PAN

Proiezione speciale di ‘Vinilici’ al PAN

180
'Vinilici' al PAN

Il 30 marzo a Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

A due anni dalla partenza del crowdfunding che ha permesso la realizzazione di ‘Vinilici. Perché il vinile ama la musica‘ di Fulvio Iannucci, sabato 30 marzo alle ore 17:00 al PAN Palazzo delle Arti di Napoli si terrà una proiezione speciale del docufilm in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli e promosso dal MEI – Meeting degli Indipendenti.

‘Vinilici’ è il primo film completamente italiano dedicato a questo meraviglioso supporto, attraverso le testimonianze di musicisti, collezionisti, audiofili, venditori, sociologi, appassionati, ‘Vinilici’ è la storia di un’icona, il disco: dalla registrazione alla stampa, dalla distribuzione all’acquisto, dall’ascolto alla sua conservazione.

Il docufilm vuole indagare il ritrovato interesse per la musica su vinile in Italia. I dischi in vinile, infatti, non sono più acquistati solo dai collezionisti ma anche da una nuova e più ampia schiera di appassionati di diverse età. Si tratta di un nostalgico ritorno al passato o di un’opportunità per il futuro?

Molte sono le testimonianze presenti nel film: Carlo Verdone, Renzo Arbore, Claudio Coccoluto, Elio e le Storie Tese, Renato Marengo, Mogol, Giulio Cesare Ricci, Red Ronnie, Lino Vairetti, Bruno Venturini ed altri ancora che, attraverso le loro esperienze di appassionati ci guideranno in una storia più grande e senza tempo, quella dell’amore per la musica.

All’incontro, che si terrà nella sala PAN, interverranno:
Simona Frasca, critico musicale, Alberto Castellano, critico cinematografico, Lino Vairetti, Osanna, Bruno Venturini, Ambasciatore della canzone Napoletana nel mondo.

Saranno, inoltre, presenti Nicola Iuppariello, ideatore e co-autore, Vincenzo Russo, co-autore e co-produttore, Paolo Barone, NFI, e Fulvio Iannucci, regista.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Per approfondimenti si rimanda all’intervista al regista Fulvio Iannucci.

Print Friendly, PDF & Email