Home Territorio Premio scientifico internazionale ‘Capo d’Orlando’: novità e tradizione

Premio scientifico internazionale ‘Capo d’Orlando’: novità e tradizione

219
Paul Nurse

Nasce la sezione ‘Scienza e alimenti’ e nuova veste grafica per il sito web della manifestazione

Riceviamo e pubblichiamo.

Gli sviluppi della medicina, la sostenibilità ambientale, la salute e l’alimentazione saranno i temi al centro del dibattito della 21a edizione del Premio scientifico internazionale ‘Capo d’Orlando’ organizzato dal Museo Mineralogico Campano – Fondazione Discepolo che si terrà venerdì 26 aprile, alle ore 18:00, presso lo storico Castello Giusso di Vico Equense (NA).

A ricevere la targa d’argento riproducente uno dei pesci fossili del Cretaceo rinvenuto nell’Ottocento a Capo d’Orlando saranno:
il premio Nobel per la Medicina, Sir Paul Nurse, che riceverà il premio scientifico; Marino Niola, docente dell’Università Suor Orsola Benincasa e promotore del “MedEatResearch”, Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, premio Comunicazione multimediale; Antonio Gasbarrini, docente dell’Università Cattolica di Roma e direttore del CEMAD del Policlinico Gemelli, il Centro per le malattie dell’apparato digerente, premio Management culturale; Giorgio Calabrese celebre nutrizionista, professore all’Università di Torino e consulente di numerose trasmissioni televisive e testate giornalistiche nazionali, premio Divulgazione scientifica; Alberto Bombassei, presidente di “Brembo Spa”, azienda leader a livello mondiale nel settore tecnologico e della salvaguardia ambientale, premio Scienza e industria, e Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università “Federico II” e vincitore, lo scorso anno, del premio internazionale ‘Guido Dorso’ per aver sostenuto lo sviluppo e il progresso del Mezzogiorno. Quest’ultimo ritirerà il premio nell’ambito della neonata sezione ‘Scienza e alimenti‘.

Spiega Umberto Celentano, direttore del Museo Mineralogico Campano e fondatore del premio:

È per noi un grandissimo onore poter insignire anche quest’anno un premio Nobel, il quindicesimo della nostra storia, che conferma ancora una volta il livello internazionale di eccellenze racchiuse nel nostro albo d’oro.

Ogni anno il nostro palmares si impreziosisce di nomi di scienziati, luminari, esperti e studiosi che sono impegnati per il progresso della scienza, della conoscenza e della società. Contributi che rappresentano non solo temi caldi del dibattito scientifico attuale ma che toccano da vicino la quotidianità di ciascuno di noi.

Alla cerimonia di premiazione, presieduta da Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II, e coordinata da Eugenio Sorrentino, giornalista scientifico, interverrà anche il Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore:

Il Premio scientifico internazionale ‘Capo d’Orlando’ è evento di eccellenza per la nostra Città che, ogni anno, accoglie a braccia aperte grandi personaggi del mondo della scienza, della cultura, dell’industria e della divulgazione.

Grazie all’impegno del direttore del Museo Mineralogico Campano, Umberto Celentano, anche quest’anno siamo orgogliosi di salutare un altro premio Nobel che, insieme agli altri illustri premiati, avranno modo di apprezzare la nostra ospitalità unita alla bellezze paesaggistiche e culturali e alla gastronomia.

È per noi motivo di grande orgoglio che Vico Equense, già conosciuta nel mondo per queste peculiarità, diventi in questi giorni anche scenario di un evento di grande rilievo che, da oltre due decenni, porta alto il nome della Città nelle élite scientifiche internazionali.

Nel corso della manifestazione, che si avvale del patrocinio della Città di Vico Equense, della Regione Campania, dell’Università Federico II di Napoli, e dell’Azienda di soggiorno di Vico Equense, sarà anche presentata la nuova veste grafica del sito www.premiocapodorlando.it, che racconta la storia della prestigiosa manifestazione, nel cui palmares spiccano 1 premio Oscar quale Nicola Piovani e 14 premi Nobel tra cui John F. Nash, la cui storia è stata resa popolare dal celebre film ‘A beautiful mind‘, Riccardo Giacconi, James D. Watson, co-scopritore del DNA, Paul Krugman, Andre Geim, Venki Ramakrishnan, Presidente della Royal Society.

Come sempre, anche in questa edizione, il Premio ‘Capo d’Orlando’ rinnova la sua partnership con il Liceo scientifico “Gaetano Salvemini” di Sorrento nell’ambito del progetto ‘Alternanza Scuola – Lavoro’. Nella mattinata del 26 aprile, gli studenti della classe III F Cambridge, unitamente a stagisti di università convenzionate con la Fondazione Discepolo, illustreranno al prof. Nurse ed alla sua consorte le varie collezioni del museo di Vico Equense.

Print Friendly, PDF & Email