Home Campania Comune di Napoli Potenziamento dell’offerta dei servizi per archivi storici di Napoli

Potenziamento dell’offerta dei servizi per archivi storici di Napoli

239
libro


Download PDF

Firmato il protocollo d’intesa tra Comune di Napoli, Città Metropolitana e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

L’impegno firmato oggi, 3 agosto, tra Città Metropolitana, Comune di Napoli e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania, con l’obiettivo di ampliare e aggiornare la fruizione e la valorizzazione dei beni archivistici presenti sul territorio della Città Metropolitana, mira a sviluppare una piattaforma multicanale volta alla divulgazione e alla fruizione del patrimonio culturale della città metropolitana di Napoli.

Tutto ciò è funzionale alla realizzazione di un sistema di attrazione culturale che, stimolato dalla inventariazione di testimonianze sconosciute alla gran parte dei cittadini e dei ricercatori attraverso la condivisione multimediale, consenta l’ampliamento dell’orizzonte territoriale di fruizione storica e documentaria anche ai fini della ricerca, dando il senso di un patrimonio vasto e differenziato.

Pertanto, l’inventariazione digitale e la conseguente esposizione multimediale divengono anche strumenti di attrazione turistico – culturale per il patrimonio archivistico diffuso nell’intera area metropolitana partenopea.

Il progetto, inoltre, consentirà di dar vita ad un modello di laboratorio di digitalizzazione avanzata, elevando la formazione dell’attuale personale a livelli tali da poter ottenere il know-how necessario alla gestione del progetto nel tempo. Tale approccio consentirà di estendere l’ambito di attività ad altri archivi, moltiplicando gli effetti del progetto.

Il processo di digitalizzazione consisterà nelle seguenti fasi: acquisizione, gestione, archiviazione e georeferenziazione, utilizzando software dedicati alla catalogazione e la metadatazione sostenibile ed integrata con i sistemi nazionali di consultazione, integrazione ai fini della pubblicazione su portale web e APP.

La progettazione e realizzazione degli interventi sarà attuata dal Comune di Napoli in collaborazione con la Città Metropolitana e con i Comuni coinvolti, PON Metro 2014 – 2020.

Dichiara l’Assessore alla cultura e al Turismo del Comune di Napoli Eleonora de Majo:

Questo protocollo è un risultato importante che arriva dopo mesi di lavoro. È un’azione concreta che va verso la riqualificazione e l’aggiornamento delle modalità di fruizione che riguardano i nostri archivi storici, che potranno essere consultati via web da ogni parte del mondo, da studiosi così come da comuni cittadini, sulla costruenda piattaforma digitale.

I documenti consultabili vanno dalle pergamene di Federico II ai documenti degli infanti abbandonati presso la ruota degli esposti all’Annunziata. È nostro dovere di amministratori conservare e valorizzare il patrimonio della nostra millenaria identità culturale.

Un primo passo importante che ci prefiggiamo possa diventare un vero e proprio percorso verso la completa digitalizzazione del patrimonio archivistico.

Afferma Elena Coccia per la Città Metropolitana:

Un altro passo verso la ricomposizione e la costruzione della città metropolitana: siamo ancora lontani dalla possibilità di porre i nostri archivi storici alla completa fruibilità. Intanto un passo verso la loro tutela

Print Friendly, PDF & Email