Home Territorio Piero Pelù visita ambulatorio di EMERGENCY a Napoli Ponticelli

Piero Pelù visita ambulatorio di EMERGENCY a Napoli Ponticelli

234
Piero Pelù all'ambulatorio di EMERGENCY a Napoli Ponticelli


Download PDF

L’artista ha improvvisato una versione unplugged de ‘Il mio nome è mai più’

Riceviamo e pubblichiamo.

Nella giornata di giovedì 13 giugno il cantante Piero Pelù ha fatto visita all’ambulatorio di EMERGENCY a Napoli Ponticelli.

L’occasione dell’incontro è stata la rinnovata collaborazione tra Piero Pelù ed EMERGENCY, associazione che l’artista ha deciso di sostenere anche in occasione della pubblicazione del suo nuovo album.

Durante l’incontro il cantante ha potuto osservare da vicino l’operato dell’associazione in Campania e conoscere lo staff e i pazienti che abitualmente frequentano l’ambulatorio.

Proprio per le persone presenti durante la visita, Pelù ha deciso di improvvisare una versione unplugged de ‘Il mio nome è mai più’, brano pubblicato il 17 giugno del 1999 e che ancora oggi è un inno contro tutte le guerre.

Piero Pelù ha raccontato:

Mi sembra ieri che ci incontrammo con Gino e fu amore a prima vista, un amore che dura ancora oggi e durerà per sempre.

So che l’ospedale a Kabul, aperto grazie alla canzone con Luciano e Lorenzo, è ancora aperto e questa cosa mi riempie di orgoglio perché so che è un ospedale che cura tutti, compreso i cattivi.

La cura non si deve mai rifiutare a nessuno esattamente come la pace. Lunga vita a EMERGENCY!

Come ha sottolineato l’artista fiorentino, il legame del cantante con l’associazione fondata da Gino Strada trent’anni fa, nel maggio 1994, è sempre stato molto forte.

Fu proprio per questo che Piero Pelù insieme a Luciano Ligabue e Jovanotti, incisero il singolo ‘Il mio nome è mai più’ per raccogliere fondi a favore di EMERGENCY, e destinarli ai progetti umanitari dell’ONG in particolare in Afghanistan.

L’ambulatorio di Napoli Ponticelli è nato nel 2015 per facilitare l’accesso delle persone al Servizio Sanitario Nazionale, SSN, di persone in difficoltà.

Grazie a un team di medici, infermieri, psicologi, mediatori culturali e volontari vengono assicurati gratuitamente servizi di medicina di base e specialistica, prestazioni infermieristiche, orientamento socio -sanitario ed educazione sanitaria a persone italiane e straniere in difficoltà.

Tetyana Zolotarova, coordinatrice del progetto, commenta:

Ringraziamo Piero Pelù per aver deciso di venire qui oggi, dedicando il suo tempo ad ascoltare le voci dei pazienti che quotidianamente curiamo gratuitamente nell’ambulatorio di EMERGENCY di Napoli Ponticelli.

È molto importante continuare a tenere alta l’attenzione sulle periferie urbane.

L’ambulatorio fisso di Napoli Ponticelli si inserisce nel più ampio progetto di EMERGENCY Programma Italia, attivo dal 2006, che nasce dalla volontà di rendere concreto, per ogni individuo, il diritto alla cura sancito dall’articolo 32 della Costituzione italiana.

Oltre a Napoli Ponticelli, EMERGENCY è presente in Italia per supportare le persone in condizioni di fragilità, italiani e stranieri, in Sicilia a Ragusa e Vittoria, in Sardegna a Sassari, in Campania a Castel Volturno, in Calabria a Rosarno, Polistena e San Ferdinando in Veneto a Marghera e in Lombardia a Milano e Brescia.

Nel 2023, in Italia, sono state 9.703 le persone che si sono rivolte agli ambulatori di EMERGENCY di Programma Italia e per cui sono state erogate gratuitamente 42.962 prestazioni socio – sanitarie di cui 24.430 prestazioni di mediazione; 9.688 prestazioni di medicina generale; 5.602 prestazioni infermieristiche; 363 prestazioni pediatriche e 894 prestazioni psicologiche.

Print Friendly, PDF & Email