Home Territorio Pareggio a Catania per la Cesport e salvezza vicina, quanta sofferenza

Pareggio a Catania per la Cesport e salvezza vicina, quanta sofferenza

310
Cesport Italia


Download PDF

Prossimo appuntamento il 15 maggio alla Scandone contro l’Ossidiana

Riceviamo e pubblichiamo.

Pareggio in chiaroscuro per la Cesport Italia a Catania contro la Brizz Nuoto dopo un rocambolesco 14 – 14 contraddistinto da tanti errori sicuramente evitabili e da una buona reazione quando tutto sembrava perduto.
È un punto d’oro in chiave classifica perché tiene a distanza la Brizz di nove punti ed avvicina ulteriormente Femiano e compagni alla salvezza, distante ormai un solo punto; da segnalare però l’approccio del tutto sbagliato dai gialloblù che ha regalato praticamente metà gara alla Brizz, di contro scesa in acqua con l’atteggiamento giusto e pronta a colpire la Cesport quando necessario.

Partenza forte della Brizz subito avanti per 2-0, Femiano sblocca la Cesport poi ancora Brizz prima dei gol gialloblù di Corcione ed ancora di Femiano per il 3 – 3 dopo i primi otto minuti.

Perrotta dal palo con l’uomo in più porta per la prima volta in vantaggio la Cesport, poi tanti errori in serie lanciano la Brizz, che con merito e cattiveria agonistica da vendere si porta al cambio campo sul 9 – 4.

In apertura di terza frazione l’episodio che cambia l’incontro: brutalità fischiata contro la Brizz e rigore trasformato da Femiano che riaccende le speranze per i gialloblù; nell’azione seguente Bouchè accorcia ancora prima del gol locale che porta la Brizz sul 10 – 6, da qui grandi meriti per i gialloblù che con calma e precisione riacciuffano il pareggio grazie ai gol di Dario Esposito, Giello, Femiano e Perrotta.

Tornati in parità numerica la Brizz sembra scuotersi riportandosi avanti per 12 – 10, ma Femiano ancora una volta con una giocata da fenomeno prima guadagna espulsione e poi realizza la rete del meno uno prima degli ultimi otto minuti.

Giello pareggia subito i conti con l’uomo in più, Bouchè guadagna un cinque metri che Femiano realizza sulla ribattuta ed ancora il capitano dai cinque metri porta la Cesport avanti sul 14 – 12; ancora troppo presto per esultare, la stanchezza ed una direzione di gara che ha penalizzato entrambe le squadre incattivendo inoltre la partita, consentono alla Brizz di pareggiare i conti a pochi secondi dal termine.

Peccato per il finale ma per come si era messa è più un punto guadagnato che due punti buttati.

L’obiettivo è ancora più vicino, con la consapevolezza di dover lavorare ancora tanto la Cesport tornerà in acqua sabato 15 maggio alla Scandone contro l’Ossidiana.

Brizz Nuoto – Cesport Italia 14-14
(3 – 3; 6 – 1; 3 – 7; 2 – 3)

Brizz Nuoto: Tropea, Anzalone (1), Rapisarda, Pulvirenti (1), Leonardi (3), Dato (1), Greco M., Stivala, Mensa (1), Privitera Giul. (2), Calà, Greco C. (2), Privitera Gius. (3).
All. Giuffrida

Cesport Italia: Torti, Angelone Fa., Di Peso, Perrotta (2), Bouchè (1), Esposito A., Corcione (1), Esposito D. (1), Angelone Fr., Femiano (7), Puca, Giello (2), Cozzuto.
All. Gagliotta

 

Print Friendly, PDF & Email