Home Territorio ‘Open Day SSAM’: uno sguardo dal cielo!

‘Open Day SSAM’: uno sguardo dal cielo!

431
Voliamo verso il futuro! Open Day Scuola Specialisti Aeronautica Militare di Caserta


Download PDF

Un unico grande Stormo in volo al servizio del Paese!

Si è tenuto ieri, 12 febbraio, alle ore 9:00, presso l’Auditorium del Centro Polifunzionale della Scuola Specialisti Aeronautica Militare di Caserta, ‘Voliamo verso il futuro!’, il primo Open Day organizzato magistralmente dalle alte sfere del comando e moltissime unità militari impiegate per questo straordinario evento.
La manifestazione è stata organizzata dalla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare in collaborazione con il 9° Stormo di Grazzanise, l’Ufficio Meteorologia dello Spazio dell’Aeronautica Militare, l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte /  Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta.

L’Auditorium ha ospitato oltre cinquecento studenti delle classi quinte degli istituti, per la provincia di Caserta: il Liceo artistico San Leucio, il liceo scientifico Diaz, l’Istituto Tecnico Industriale Giordani, il liceo Scientifico Cortese di Maddaloni, il liceo scientifico Amaldi S. Maria Capua Vetere, l’Istituto Tecnico Industriale Falco di Capua, l’Istituto tecnico Ferraris, il villaggio dei ragazzi di Maddaloni, l’ISIS Bachelet-Majorana di Santa Maria a Vico; per la provincia di Benevento, l’IS Palmieri – Rampone – Polo.

Dopo i saluti rituali del garbato e gentile Capitano Giulio Finotti, n.q. di Capo Sezione Comunicazione Istituzionale e Capo Sezione Relazioni Umane e Sociali, l’ufficiale ha introdotto il Comandante della Scuola Specialisti di Caserta, il Colonnello Nicola Gigante che ha dichiarato:

L’Aeronautica Militare rappresenta un’Istituzione forte a Caserta; rappresenta lo Stato e questo lo dico con forza e brividi di commozione! L’Aeronautica desidera accogliere le belle menti di uomini e donne che manifestano la genuina volontà di venire a far parte della nostra famiglia.

Noi rappresentiamo un pacchetto valoriale e il nostro inno nazionale racchiude il senso di tutto ciò che vi sto dicendo!

A questo punto, il Colonnello Gigante ha invitato la platea ad alzarsi e a cantare in l’inno di Mameli; i volti dei tanti intervenuti erano particolarmente commossi ed emozionati.

Terminato questo momento di comunione spirituale e di alto senso civico, il Comandante ha introdotto la Dott.ssa Francesca Esposito, coordinatrice nazionale della Divisione di Planetologia ed esplorazione del Sistema Solare della Direzione Scientifica dell’Istituto Nazionale di Astrofisica che ha tenuto una vera e propria Lectio Magistralis, illustrando le tappe fondamentali dell’esplorazione del pianeta Marte e tutte le conoscenze acquisite, evidenziando l’operatività in questo settore sia dell’Europa che dell’Italia.

La dott.ssa ha poi dichiarato:

Il nostro Paese è molto coinvolto nell’esplorazione spaziale; la scelta di studiare Marte è stata dettata dalla sua vicinanza al nostro pianeta, alla sua somiglianza con la Terra, alla sua struttura rocciosa: bisogna studiare Marte per portare le sue conoscenze sulla Terra!

Ha poi spiegato a grandi linee il programma ExoMars (2016 – 2020), finalizzato soprattutto alla ricerca di segni di vita passata ed eventualmente presenti su Marte; del programma Artemis che verte su di un impegno congiunto di tutte le agenzie spaziali del mondo per approdare nuovamente sulla luna, costituendo una base spaziale gateway.
Ha concluso evidenziato l’importanza dello strumento aerospaziale Micromed, frutto del lavoro di giovani ricercatori napoletani.

È stata quindi la volta dell’altra relatrice, il Tenente dell’A.M. Adriana Marcucci che si è soffermata sullo Space Weather, Meteorologia dello Spazio, che si espleta nell’ambito del Centro Operativo per la Meteorologia dell’Aeronautica Militare.

Lo Space Weather, in realtà, è una disciplina non molto conosciuta che si occupa delle condizioni fisiche dello Spazio tra il Sole e la Terra, di particolare interesse per le applicazioni operative nel campo della difesa. In questa disciplina si descrivono i flussi di plasma di origine solare, le condizioni del campo magnetico interplanetario e la radiazione elettromagnetica presente tra l’atmosfera solare e quella terrestre.

Ha infine dichiarato:

Importante episodio di attività solare si è riscontrato nel settembre del 2017, quando il Sole ha manifestato il cosiddetto fenomeno di brillamento e c’è stata un’emissione con distacco di materia giunto fin sulla Terra.

Terminati i due interventi, i militari hanno guidato gli studenti e i docenti presenti verso i numerosi stand appositamente installati dall’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta per l’approfondimento su meteo e verso i Fucilieri dell’Aria, 9° Stormo di Grazzanise con i loro assetti – fra cui un veicolo protetto da trasporto Iveco VTLM Lince – utili a garantire la sicurezza delle installazioni aeroportuali, nei contesti operativi in cui l’Aeronautica Militare è chiamata ad operare.

Sul prato antistante il piazzale della Reggia di Caserta era presente un HH 212, elicottero del 9° Stormo, che permette all’Aeronautica Militare di assicurare il servizio di ricerca e soccorso sull’intera Penisola e acque territoriali.

Presente, inoltre, uno stand di divulgazione scientifica, sull’esplorazione dello spazio e del pianeta Marte, allestito dall’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.
I militari della Scuola Specialisti hanno poi fornito ai giovani studenti tutte le info necessarie afferenti ai concorsi preselettivi per l’accesso, la formazione e l’impiego nel corpo dell’Aeronautica Militare.

Ad accogliere noi di ExPartibus e ad accompagnarci per tutta la durata di questo straordinario e riuscitissimo evento è stato il Luogotenente Mario Pucillo, che con encomiabile garbo e premura, ci ha fatto da cicerone in questo viaggio nel mondo scientifico e spaziale dell’Aeronautica Militare.

Al prossimo Open Day!

Scuola Specialisti Aeronautica Militare di Caserta

Print Friendly, PDF & Email
Antonio Masullo

Autore Antonio Masullo

Antonio Masullo, giornalista pubblicista, avvocato penalista ed esperto in telecomunicazioni, vive e lavora a Napoli. Autore di quattro romanzi, "Solo di passaggio", "Namastè", "Il diario di Alma" e "Shoah - La cintura del Male".