Home Territorio ODCEC Caserta, III appuntamento rassegna ‘Invito all’Ordine’

ODCEC Caserta, III appuntamento rassegna ‘Invito all’Ordine’

320
opera di Gianni Pontillo

‘Memorie del sottosuolo’ in mostra dal 12 dicembre al 12 gennaio

Riceviamo e pubblichiamo.

Terzo appuntamento della rassegna ‘Invito all’Ordine. Salotti culturali nella casa dei commercialisti’, il ciclo di appuntamenti curato da Maria Beatrice Crisci e promosso dal’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Caserta guidato da Luigi Fabozzi.

Protagonista sarà l’artista Gianni Pontillo che ha scelto la sede ordinistica per proporre un’anteprima del progetto ‘Memorie del sottosuolo’, una produzione artistica che ha anche la capacità di sensibilizzare e di educare sui temi dell’ambiente.

Il vernissage è mercoledì 12 dicembre 2018 alle ore 17:00. La mostra si inaugura nell’ambito del corso di formazione per revisori legali ‘Il collegio sindacale e la revisione legale nelle imprese di minori dimensioni’ organizzato dall’Ordine casertano.

La scelta di Gianni Pontillo non è certo casuale. Viene proposto anche questa volta – dopo le personali di Peppe Ferraro e Giovanni Tariello -un artista di notevole spessore che si esprime tenendo conto delle tradizioni lavorative e produttive del territorio casertano, in particolare del mondo economico legato all’allevamento bufalino.

Le parole della curatrice della rassegna Maria Beatrice Crisci:

L’artista Gianni Pontillo incarna bene quello che è l’obiettivo di ‘Invito all’Ordine’ un titolo che è a doppio senso per una rassegna artistico culturale che, ospitata nella casa dei commercialisti, vuole far dialogare e connettere con regole certe gli iscritti e il mondo intellettuale cui bisogna relazionarsi.

La figura geometrica dell’epitrocoide, che è il simbolo dell’Ordine, si accosta così metaforicamente e materialmente alla produzione più creativa.

Scrive a proposito della mostra il critico d’arte Enzo Battarra:

Il progetto ‘Memorie dal sottosuolo’ si compone di una trentina di opere su tela, la maggior parte raffiguranti le bufale in primo piano, come simbolo di una forza di rinnovamento e di rigenerazione che la Campania Felix esprime.

Tale energia positiva è consapevole di insistere su un terreno il cui sottosuolo in un prossimo futuro sarà ricordato sia per aver custodito beni archeologici di inestimabile valore ma anche per essersi liberato dei rifiuti e delle scorie che negli scorsi decenni sono stati depositati. E mai più vorrà conoscere l’inquinamento. Ecco perché ‘Memorie dal sottosuolo’, ricordi sotterrati.

Come sottolinea sempre il Presidente dell’Ordine Luigi Fabozzi:

La rassegna nasce con l’intenzione di valorizzare le eccellenze dell’area casertana che operano e lavorano nel settore culturale. Dietro ogni commercialista c’è una persona che è attenta al territorio, che interagisce con questo su un piano che è essenzialmente economico e finanziario, ma è anche umano e sociale.

D’altronde lo sviluppo di un contesto geografico non può prescindere dalla collaborazione tra una sana imprenditoria, capace di attuare investimenti e di esprimere concretezza nel segno dell’innovazione, e le menti migliori di quello stesso territorio, pronte a dare un contributo di creatività e di fantasia, prerogative necessarie per un riscatto economico e sociale.

L’esposizione resterà aperta fino al 12 gennaio 2019 negli orari di apertura del’Ordine: martedì e giovedì dalle ore 16:00 alle 18:00, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 13:00.