Home Campania Comune di Napoli Napoli, Manfredi interviene alla Giornata Mondiale del Rifugiato

Napoli, Manfredi interviene alla Giornata Mondiale del Rifugiato

179
Giornata Mondiale del Rifugiato 2024


Download PDF

Il Sindaco: ‘Soluzioni urgenti per dare nuove prospettive a chi fugge da guerra e povertà’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Il Comune di Napoli celebra oggi la Giornata Mondiale del Rifugiato in collaborazione con la Città Metropolitana di Napoli ed in partenariato con gli Enti Gestori del SAI, Sistema Accoglienza Integrazione, con l’Università L’Orientale di Napoli e con l’UNHCR.

La Giornata del Rifugiato è l’appuntamento annuale voluto dalle Nazioni Unite per riconoscere la forza e il coraggio di milioni di persone costrette a fuggire nel mondo a causa di guerre, violenza, persecuzioni e violazioni dei diritti umani.

Nel corso della mattinata il Console Generale USA a Napoli, Tracy Roberts Pounds ha fatto dono al Comune di Napoli di volumi in italiano ed inglese per la creazione di punti di lettura nelle sedi dei SAI e della Consulta degli Immigrati.

La celebrazione della Giornata Mondiale del Rifugiato spinge a riflessioni profonde sulla necessità di soluzioni efficaci e urgenti per dare una nuova prospettiva di vita a tutti quei popoli che sperimentano l’orrore e la sofferenza della guerra, della povertà e dell’emarginazione e che cercano salvezza in un nuovo paese.

Così il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, che ha continuato:

Una ricorrenza che assume oggi un significato ancora più profondo alla luce dei conflitti e delle tragedie umanitarie a cui assistiamo quotidianamente.

Napoli è una città che dell’accoglienza ha fatto una vocazione e rappresenta per molti immigrati uno spiraglio di luce per ricostruire le basi di nuova esistenza, lontana da un passato di sofferenza e dolore.

L’accoglienza non è quindi mero atto caritatevole e di solidarietà, ma azione concreta per l’effettivo sviluppo di un nuovo progetto di vita.

La mia Amministrazione ha lavorato molto in questo senso, mettendo in atto politiche e azioni volte alla reale integrazione degli immigrati nel tessuto sociale della città.

Un lavoro concretizzatosi anche grazie al supporto delle associazioni del territorio e al mondo del terzo settore.

La mattinata di festa e di riflessione in corso nel chiostro di Santa Maria la Nova è stata introdotta dall’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli, Luca Fella Trapanese, e vede protagonisti i rappresentanti delle realtà che si occupano di accoglienza e integrazione, ma anche tanti immigrati che a Napoli hanno trovato una nuova casa.

L’Assessore alle politiche Sociali, Luca Fella Trapanese, dichiara:

La Giornata Mondiale del Rifugiato è per noi ormai un appuntamento fisso per riflettere insieme alle altre istituzioni, alle associazioni, alle comunità, su quanto realizzato in favore delle persone che arrivano nella nostra città da ogni Paese del mondo, fuggendo a guerre, persecuzioni, carestie e povertà, in cerca di speranza e di un nuovo progetto di vita.

La partecipazione di Prefettura, Questura, Regione, UNHCR e di tutti gli enti che in città si impegnano con grande esperienza e competenza, ma soprattutto con profonda umanità, nel settore dell’Immigrazione, confermano il grande lavoro in rete che si sta facendo e che ha come primo obiettivo superare l’approccio emergenziale in favore di interventi integrati, strutturati coerenti ed efficienti.

Hanno partecipato anche il Prefetto di Napoli, Michele di Bari, l0Assessore all’Immigrazione della Regione Campania, Mario Morcone, Stefano Losco, Dirigente Ufficio Migrazione della Questura di Napoli, Renata Monda, Referente UNAR per la Città Metropolitana di Napoli, Andrea De Bonis, Senior Integration Associate UNHCR, Massimo Cilenti, Presidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Napoli, Savary Ravendra Jeganesani, e di Fatou Diako, Presidente della Consulta degli Immigrati.

Print Friendly, PDF & Email