Home Territorio Napoli, Istituzioni e associazioni ad ippodromo per ‘Lasciati guidare’

Napoli, Istituzioni e associazioni ad ippodromo per ‘Lasciati guidare’

649
'Lasciati guidare' all'Ippodromo di Agnano


Download PDF

Ad Agnano la seconda edizione di ‘Lasciati guidare: la guida sicura ti salva la vita’

Riceviamo e pubblichiamo.

Il messaggio forte della prevenzione per scongiurare gli incidenti mortali su strada ha riunito all’ippodromo di Agnano le istituzioni cittadine, le scuole e le associazioni dei familiari delle vittime, che hanno partecipato alla seconda edizione di ‘Lasciati guidare’.

Una grande rete istituita dall’amministrazione comunale con l’ufficio scolastico regionale, le forze dell’ordine, la prefettura e i familiari di chi non c’è più, di chi ha perso la vita in uno schianto fatale su due e quattro ruote.

La giornata è stata aperta dal saluto del questore di Napoli Antonio De Jesu e del comandante provinciale dei carabinieri Ubaldo Del Monaco che hanno richiamato l’attenzione sul rispetto delle regole, sui rischi derivanti dell’assunzione di alcolici e droghe, dal mancato utilizzo delle più elementari misure di sicurezza quali il casco e le cinture, e dalle distrazioni fatali derivanti dall’uso dei cellulari durante la guida.

L’Assessore comunale ai giovani Alessandra Clemente e il presidente dell’ippodromo Pier Luigi D’Angelo hanno ricevuto l’associazione XV Maggio MMXI, presieduta da Massimiliano Liberti, nata dopo il tragico incidente in via Petrarca in cui persero la vita i diciannovenni Gianmaria de Gregorio, Gianluca Del Torto e Oliviero Russo.

In questi anni l’associazione ha finanziato circa cento corsi già assegnati per la guida sicura, un autovelox mobile donato alla polizia municipale, buoni taxi per il rientro dalle discoteche, la partecipazione con le forze dell’Ordine ai controlli con gli etilometri durante le notti della movida, la diffusione e la testimonianza nelle scuole del significato e delle implicazioni vitali della sicurezza stradale.

Infine, la premiazione, presentata da Serena Albano, del concorso indetto nelle scuole medie secondarie. I tre elaborati vincitori, prodotti dagli alunni degli istituti San Giovanni Bosco e Cangemi, sono stati premiati con caschi salvavita consegnati da Ottavia Russo, Amina Del Torto e Ludovica de Gregorio, sorelle di Oliviero, Gianluca e Gian Maria.

Print Friendly, PDF & Email