Home Campania Comune di Napoli Napoli, divieto vendita bevande concerti Geolier e Nino D’Angelo

Napoli, divieto vendita bevande concerti Geolier e Nino D’Angelo

288
divieto vendita bevande


Download PDF

In vigore il 21, 22, 23 e 29 giugno

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro, plastica rigida, lattina e tetrapak o qualsiasi altro materiale rigido, consentendone la commercializzazione solo in bicchieri di plastica leggera o carta, in occasione dei concerti dell’artista Geolier previsti per i giorni venerdì 21 giugno 2024, sabato 22 giugno 2024, domenica 23 giugno 2024 e dell’artista Nino D’Angelo previsto per il giorno sabato 29 giugno 2024, presso lo stadio ‘D. A. Maradona in Napoli, alle ore 21:00.
Per garantire il miglior disimpegno dei servizi di ordine e sicurezza pubblica in occasione dei concerti dell’artista Geolier previsti per i giorni venerdì 21 giugno 2024, sabato 22 giugno 2024, domenica 23 giugno 2024 e dell’artista Nino D’Angelo previsto per il giorno sabato 29 giugno 2024, presso lo stadio D. A. Maradona in Napoli, alle ore 21:00, il divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro, plastica rigida, lattina e tetrapak o qualsiasi altro materiale rigido, consentendone la commercializzazione solo in bicchieri di plastica leggera o carta, tre ore prima dell’inizio del concerto e fino a cessate esigenze, oltre che all’interno dello stadio D. A. Maradona, anche presso tutti gli esercizi commerciali ubicati nelle zone cittadine ricadenti nelle aree di seguito indicate:
via Cinthia, altezza via Terracina – via Leopardi – via A. Doria – viale Augusto fino a Piazza Italia – via G. Cesare fino a Piazza Italia – via Campegna – via Diocleziano fino all’incrocio con via Cavalleggeri – viale Kennedy fino all’ingresso della Mostra d’Oltremare – l’intero Piazzale Tecchio – Largo Matteucci e Barsanti – via Claudio – via Marconi – via Terracina compresa nel tratto tra l’incrocio con via Cinthia, via Leopardi e l’Ospedale San Paolo.

Le trasgressioni alla presente ordinanza saranno punite con la sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00

Ordinanza

Print Friendly, PDF & Email