Home Campania Comune di Napoli Napoli, approvate delibere propedeutiche al Bilancio 2018

Napoli, approvate delibere propedeutiche al Bilancio 2018

885
Comune di Napoli


Download PDF

Le delibere saranno discusse nel prossimo Consiglio comunale che dovrà tenersi entro il 31 marzo

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Con la seduta di oggi, 23 marzo, la Giunta ha completato l’approvazione delle delibere propedeutiche all’approvazione del Bilancio 2018, a firma dell’Assessore al Bilancio Enrico Panini, che dovranno essere discusse nel prossimo Consiglio comunale che dovrà tenersi entro il 31 marzo affinché esse entrino in vigore nel 2018. In alcuni casi le Delibere hanno introdotto proposte di modifica significative.
Ecco l’elenco delle deliberazioni in ordine cronologico e relative sintesi:

Con Deliberazione n. 100 del 08/3/2018 è stato approvato il Regolamento COSAP, relativo all’occupazione suolo.

Le principali novità:

1) Forte rafforzamento dei principi di concessione del suolo pubblico in connessione con il bene comune rappresentato dal suolo pubblico. Infatti, l’art. 2, comma III, afferma fra l’altro: “L’affidamento ad altri soggetti di un bene comune, quale il suolo pubblico, per realizzare interessi specifici è subordinato ai seguenti principi:
a) il rispetto della mobilità delle persone, con particolare riguardo alla mobilità delle persone disabili, degli anziani e delle persone con prole;
b) il rispetto del codice della strada;
c) il rispetto delle norme in materia di lavoro, applicazione dei contratti, tutela della sicurezza;
d) la tutela della pulizia e del decoro dell’area occupata e dell’area circostante l’occupazione con esplicito riferimento alla relativa manutenzione quotidiana.

2) Decadenza dalla concessione in caso di inosservanza:
a) delle norme e degli obblighi di natura retributiva, contributiva e di sicurezza in materia di lavoro. È previsto anche un periodo di impossibilità di rilascio della concessione graduata in virtù della gravità della sanzioni definitivamente emesse – è in corso la stesura di un Protocollo d’intesa con l’Ispettorato del lavoro;
b) alle prescrizioni in materia di arredo che verranno congiuntamente definite dal Protocollo fra Comune di Napoli, Camera di Commercio, Sovrintendenza alle Belle Arti ed Università Federico II, per le aree individuate dallo stesso, anche se già rilasciate.

3) Nei casi di occupazione abusiva di suolo pubblico delle strade urbane a fine di commercio, secondo le modalità definite con Ordinanza sindacale – in corso di predisposizione -, alla seconda infrazione il Servizio comunale competente ordina la chiusura dell’esercizio fino al pieno adempimento dell’ordine e all’avvenuto pagamento delle spese o della prestazione di idonea garanzia, e, comunque, per un periodo non inferiore a 5 giorni.

4) Introduzione, negli obblighi del concessionario, di mantenere in condizione di ordine e pulizia l’area che occupa, anche facendo uso di appositi contenitori per i rifiuti prodotti, nonché l’area circostante nella quale possono essere abbandonati rifiuti riferibili all’attività del concessionario. Introduzione dell’esenzione dal canone di concessione per l’apposizione di propri bidoncini nell’area circostante da parte dei locali con asporto di cibo.

5) Maggiorazioni della tariffa per occupazioni permanenti permanenti e forfettarie al 20% con un maggiore introito previsto pari a 750.000 euro.

6) Costituzione di un gruppo di lavoro per la nuova zonizzazione del suolo pubblico di Napoli che tenga conto del mutato valore commerciale di strade e piazze.

7) Riduzione della tariffa per le edicole per aiutare un settore in forte crisi.

Con deliberazione n. 103 del 15/3/2018 è stato approvato il Regolamento TARI.

1) Nella sostanza le principali modifiche vanno verso il rafforzamento della normativa comunale in tema di contenzioso prodotto dai contribuenti e di contrasto ai fenomeni evasivi.

2) È stata introdotta una nuova categoria di utenza per le locazioni brevi con una tassazione intermedia tra l’utenza domestica e quella commerciale: “Per le unità immobiliari ad uso abitativo, destinate anche solo temporaneamente alle locazioni brevi, come definite dal comma 1 dell’articolo 4 del D.L. 50/2017, la tariffa applicata è quella relativa ai nuclei familiari di 6 componenti ad uso continuativo”.

3) Introduzione dei sistemi alternativi per la presentazione delle dichiarazioni allo scopo di evitare che l’unico punto di riferimento rimanga la Sede di Corso Lucci decentrando al massimo le possibilità per i cittadini, ciò mentre è in corso di messa in opera di un sistema di prenotazioni online: La dichiarazione può essere presentata:
– ad avvenuta attivazione attraverso il portale informatico Linkmate, previa registrazione del contribuente ai servizi informatici dell’Ente. In alternativa si potrà presentare la dichiarazione:
– agli sportelli CAF, o alle associazione dei consumatori, che hanno sottoscritto apposito accordo con il Comune di Napoli;
– agli URP comunali presso le Municipalità;
– all’Ufficio tributario direttamente, per posta tramite raccomandata con avviso di ricevimento A.R., o trasmessa in via telematica con propria posta certificata.

L’implementazione di queste novità dovrebbe risolvere nell’arco di 18 mesi la gran parte delle problematiche oggi presenti sulla tassa rifiuti per i contribuenti napoletani.

4) Introduzione della modalità di compensazione con altri tributi in alternativa al rimborso, su richiesta del contribuente.

Con Deliberazioni n. 104 e n. 105 del 15/3/2018 sono stati approvati i Regolamenti IMU e TASI che non hanno subito grandi modifiche se non quelle imposte dai cambiamenti normativi relativamente alla modifica del valore massimo delle controversie tributarie soggette a reclamo/mediazione, che è stato portato da 20.000 € a 50.000 €, e alla variazione del tasso di interesse annuo sui crediti e debiti tributari dell’Ente, portato al 3,3%.

Con Deliberazioni n. 129 e n. 118 del 22/03/208 sono state approvate le aliquote IMU e TASI, senza variazioni sostanziali rispetto al 2017. Il Comune mantiene, in ogni caso, le riduzioni IMU volte a contrastare il disagio abitativo.

Con Deliberazione n. 131 del 22/03/2018 è stato approvato il Piano Economico Finanziario, PEF, per il Servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani, dal quale è emersa una riduzione del costo del Servizio di circa un milione di euro e con successiva Delibera n. 132 dello stesso giorno sono state approvate anche le Tariffe TARI in leggera riduzione su tutte le categorie. Questa riduzione, oltre al contenimento dei costi è dovuta alla buona riuscita dell’attività di lotta all’evasione.

Con Deliberazione n. 134 del 23/03/2018 sono state approvate le tariffe da applicare ai servizi a domanda individuale erogati dal Comune di Napoli. Rispetto alla percentuale minima di copertura dei costi dei servizi, stabilito dalla normativa per gli enti in riequilibrio nella misura del 36%, quest’anno il Comune assicura una copertura maggiore, grazie alle misure di efficientamento della spesa e di rimodulazione delle tariffe, che consentono di prevedere il raggiungimento di una percentuale prossima al 45%.

Print Friendly, PDF & Email