Home Territorio ‘Napoletani che restano’, prima presentazione libro

‘Napoletani che restano’, prima presentazione libro

406
'Napoletani che restano' di Annamaria Liberatore


Download PDF

Il 20 novembre alla galleria d’arte Al Blu di Prussia di Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

Mercoledì 20 novembre, alle 18:30, presso la galleria d’arte Al Blu di Prussia di Napoli, via Gaetano Filangieri, 42 – Napoli, si terrà la prima presentazione di ‘Napoletani che restano’ di Annamaria Liberatore, Homo Scrivens.

Intervengono i giornalisti:
Armida Parisi ed Ermanno Corsi.

Saluto iniziale dell’editore Aldo Putignano.

Il libro:
Un volume di interviste a rilevanti personalità artistiche e culturali della città, per indagare i motivi che li hanno spinti a non andare via, a non lasciare Napoli, come hanno fatto in tanti.

Con interviste a:
Maria Ida Avallone, Andrea Ballabio, Esther Basile, Ruggero Cappuccio, Volf Chitis, Marina Colonna, Giuseppe Corcione, Francesco de Giovanni, Maurizio de Giovanni, Annalaura di Luggo, Maria Elefante, Livia e Alfonso Jaccarino, Mimmo Jodice, Gian Paolo Leonetti, Giuseppe Mannajuolo, Massimiliano Marotta, Gea Martire, Aldo Masullo, Gian Luca Minin, Mariano Patti, Andrea Pisani Massamormile, Patrizio Rispo, Raffaele Russo, Riccardo Villari.

Prefazione di Massimo Lo Cicero, nota introduttiva di Angela Matassa e la storica intervista dell’autrice ad Antonio Ghirelli.

Anna Maria Liberatore, giornalista, ha collaborato per Il Giornale di Napoli, Il Roma, Il Denaro e ha partecipato a varie puntate di Caro palinsesto nell’ambito di Notte cultura per Rai 1 e Rai 3. Nel 2003 ha ricevuto il premio speciale Sebetia Ter per la cultura. Attualmente collabora alle pagine di cultura de Il Roma.

Ha pubblicato i volumi ‘Canto a tre voci’, Avagliano, ‘Le malamate’, Mario Guida, ‘Insalavitudine’, Graus, ‘La Vesuviana. Maria Orsini Natale’ e la silloge poetica ‘Afferra la vita’, finalista al Premio Carver, entrambi con Homo Scrivens.

Print Friendly, PDF & Email