Home Sport MotoGP, continua il dominio di Marquez

MotoGP, continua il dominio di Marquez

2306
Marc Marquez


Download PDF

Lo spagnolo svela il segreto del suo successo

La quinta tappa del MotoGP ha confermato il dominio di Marquez,vittorioso anche a Le Mans 2019 in sella alla propria Honda.

La tappa francese ha dunque sottolineato chi incarna la vera forza di questo moto mondiale, con una classifica che non lascia spazio ad alcun dubbio: il pilota spagnolo ha infatti allungato a +8 sul primo concorrente, Dovizioso.

Per quanto riguarda la tappa di Le Mans, al secondo posto si è piazzato lo stesso Dovizioso, mentre il podio è stato chiuso da Danilo Petrucci (doppietta Ducati). Giù dal podio, al quarto posto Miller e in quinta posizione Valentino Rossi, seguiti a loro volta da Espargaro e Morbidelli.

E la classifica? Dopo Marquez (95 punti) e Dovizioso (87), si piazzano Alex Rins (terzo con 75 punti) e Valentino Rossi, con 72 punti. Seguono Petrucci (57), Miller (42), Crutchlow (34), Morbidelli (34), Espargaro (31) e Vinales (30).

Marquez si avvia verso un’altra vittoria

Marc Marquez, stando a questo avvio incredibile, si candida ancora una volta come il favorito per la vittoria di un altro titolo al motomondiale: non a caso, resta sempre il meno quotato (1.12) per bookmakers come ad esempio William Hill nelle scommesse sulla moto GP. E lo stesso Marc ha voluto svelare il segreto del suo successo, e in generale quello spirito rinnovato che gli ha permesso di “vincere in un modo nuovo”.
Il principale ingrediente delle vittorie, secondo Marc Marquez, è una Honda più potente e più performante rispetto al recente passato.

Questo è quanto si evince dalle parole del campione spagnolo:

La nuova Honda mi permette di essere più costante, e di non forzare troppo in staccata.

Naturalmente, se da un lato conta la motocicletta, dall’altro pesano anche la tecnica, la strategia e il talento di chi la guida. Da questo punto di vista, Marquez non fa mistero di ispirarsi ad uno stile già impiegato da Jorge Lorenzo, basato sulla fuga sin dai primi giri di ogni tappa. Ovviamente si parla di una strategia resa possibile da una Honda molto più forte, che asseconda il pilota in questa cavalcata pacata ma inesorabile.

Marc Marquez ha voluto chiarire il vantaggio ottenuto, nel concreto, grazie alla nuova Honda. Il merito andrebbe alla maggiore velocità dalla moto, che permette al pilota di evitare di forzare la staccata, rischiando meno in certi momenti della gara. Ed è chiaro che forzando la situazione e correndo dei rischi, diventa molto più difficile assumere un rendimento costante nel medio-lungo periodo. Il pilota spagnolo ha voluto fare i complimenti alla nuova Honda, sempre con il piglio oggettivo che lo contraddistingue. Marquez ha infatti ricordato che la moto possiede ancora dei difetti e degli aspetti che possono essere migliorati, ma uno dei più importanti (vale a dire il motore) è stato archiviato con successo quest’anno.

Non per caso, tutte le migliorie apportate alla moto oggi consentono al pilota di usare anche le gomme morbide, storicamente difficili per la Honda, e spesso primo punto di svantaggio nei confronti della Ducati e della Yamaha. Tutte novità che hanno permesso alla scuderia e a Marquez di maturare. E di candidarsi ancora una volta come favoriti per la vittoria del Motomondiale.

Marc Marquez

Print Friendly, PDF & Email