Monteriggioni (SI): ‘Slow Travel Fest’, nuove esperienze ed emozioni

Monteriggioni (SI): ‘Slow Travel Fest’, nuove esperienze ed emozioni

343
Slow Travel Fest


Download PDF

Dal 21 al 23 settembre tre giorni di escursioni, arte, musica e attività da vivere nella natura della via Francigena

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

‘Sperimentare’ nuove esperienze è il leit motiv della quarta edizione dello ‘Slow Travel Fest’, da oggi venerdì 21 settembre fino a domenica 23 settembre ad Abbadia Isola a Monteriggioni (SI).

Tre giorni di escursioni, arte, musica e attività da vivere nella natura della via Francigena, alla scoperta di emozioni con rafting, orienteering e bushcrafting, ma anche di nuove motivazioni di viaggio.

Spiega l’Assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo:

La capacità di creare l’atmosfera e lo spirito giusto che ha lo ‘Slow Travel Fest’, valorizza Monteriggioni (SI) e la via Francigena con inventiva ed esperienze nuove come quest’anno.

Una manifestazione all’insegna del turismo lento e sostenibile e che va oltre quello mordi e fuggi.

Gli anni passano e lo STF sa rinnovarsi e reinventarsi come quest’anno, dando spazio e attenzione alle esperienze ‘outdoor’, molto ricercate in questi anni come motivazioni di viaggio.

La sinergia tra Toscana Promozione Turistica, che sostiene l’evento, ed ENIT, Agenzia Nazionale del Turismo, contribuirà a rendere questa edizione sempre più internazionale: ENIT, infatti, si è attivata per promuovere l’evento all’estero e nell’accogliere a Monteriggioni una delegazione di giornalisti stranieri.

Il Festival è promosso e patrocinato dalla Regione Toscana e dal Comune di Monteriggioni ed è organizzato da ‘Ciclica.cc’, ‘Kindi’, ‘Andare a Zonzo’ e ‘Musicastrada’.

Oltre agli appuntamenti classici con incontri, presentazioni di libri, workshop sul tema del viaggiare con lentezza, ci sarà ampio spazio alla ‘sperimentazione’ di nuove esperienze con i trekking, le visite speleologiche in grotta, i rafting sul fiume del Parco Fluviale del fiume Elsa, le escursioni in bicicletta alla scoperta della via Francigena, le sessioni di orienteering nei boschi della Montagnola Senese, ma anche, per i meno avventurosi, yoga, massaggi ed esercizi sensoriali.

Domani, sabato 22 settembre, sarà presentato per la prima volta il progetto ‘Booksound – La Via della Voce’, un percorso formativo di lettura e narrazione con l’obiettivo di preparare ragazzi e insegnanti a leggere ad alta voce e raccontare in modo coinvolgente snodi narrativi che precedono e seguono le letture.

Ideato dalla Regione, in collaborazione con l’Associazione Letteratura Rinnovabile, l’editore ‘Marcos y Marcos’ e il Comune di Pontremoli (MC), è partito lo scorso maggio da Pontremoli coinvolgendo i ragazzi delle scuole secondarie.

Il progetto si declina in tre fasi, seguite dalla creazione di un gruppo che leggerà e narrerà brani in varie occasioni.

La prima fase prevede un incontro di formazione preliminare con docenti, professionisti della lettura, narrazione e regia, uno scrittore e un membro dello staff di Booksound.

Successivamente si svolgeranno due incontri in classe con un professionista della lettura ad alta voce.

Conclusione con letture ad alta voce nel corso di incontri pubblici.

Da quest’anno ‘Slow Travel Fest’ è inserito tra gli eventi dell’Anno europeo del Patrimonio Culturale del MIBACT per incoraggiare la valorizzazione della Francigena quale risorsa in grado di sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e di rafforzare il senso di appartenenza all’Europa.

Programma disponibile sul sito

Print Friendly, PDF & Email