Home Territorio ‘Moby Dick’ al Museo del Sottosuolo

‘Moby Dick’ al Museo del Sottosuolo

693
'Moby Dick'


Download PDF

In scena l’8 e 9 dicembre a Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

L’8 e il 9 dicembre 2018 il Museo del Sottosuolo di Napoli e Il Demiurgo inaugurano la loro collaborazione presentando una messa particolare, onirica ed emozionale del classico ‘Moby Dick’ di Herman Melville: uno dei grandi capolavori della storia della letteratura Mondiale.

La storia:
‘Moby Dick’ racconta del viaggio della baleniera Pequod, comandata dal capitano Achab, a caccia di balene e capodogli. Il viaggio si tramuta rapidamente nella ricerca ossessiva di Moby Dick, un enorme capodoglio verso cui Achab nutre inestinguibile sete di vendetta. Ma la storia è soprattutto una riflessione sull’ignoto, sull’ossessione, sulla malvagità che permea il creato, dalla natura a ogni singolo uomo. Sulla possibilità di riscatto che, improvvisa e imprevista, investe ciascuno, sulla speranza e sulla ricerca. Sulla paura e sul terrore delle tenebre.

La location
Il Museo del Sottosuolo è una delle cavità più suggestive che il sottosuolo partenopeo possa oggi offrire ai visitatori: racconta una storia che comincia dall’epoca greco – romana e prosegue, cavalcando tra i secoli, fino alla seconda guerra mondiale, quando fu adibito a ricovero antiaereo. Oggi il Museo, il cui ingresso si trova a Piazza Cavour, è uno dei luoghi culturalmente più vivi della città: a 25 metri di profondità prendono quotidianamente corpo mostre, attività culturali, eventi, spettacoli, visite guidate.

Lo spettacolo
È la tematica dell’ignoto, della ricerca, del terrore delle tenebre e della speranza di redenzione a far da colonna portante a uno spettacolo che porta in scena le ossessioni di Achab, Franco Nappi, capitano tormentato, toccato da Dio e dal Demonio assieme, anima in contrasto e in conflitto. A fargli da ciurma in un Pequod ideale e surreale, costruito con corde e vele, che viaggia a caccia della gigantesca balena bianca che il pubblico percepirà per tutto il tempo ma non vedrà mai, Ismaele, un marinaio giovane e misterioso interpretato da Gaetano Migliaccio, Queequeg, Angelo Sepe, un bravissimo ramponiere polinesiano, e Starbuck, Antonio D’Avino, primo ufficiale quacchero dal carattere cauto, severo e coscienzioso. Il loro sarà un viaggio onirico, interiore, eppure avventuroso ed epico.

Lo spettacolo avrà luogo l’8 e il 9 dicembre, alle ore 19:00 e alle ore 21:00.
Il costo del biglietto è di €15,00 a persona, ridotto ad €10,00 per i bambini al di sotto dei 10 anni.

La durata dello spettacolo è di circa 80 minuti.

Per prenotare basta chiamare al 327-0148209 o scrivere a info.demiurgo@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email