Home Musica ‘Milano Immaginazione’, primo video e singolo di Volwo

‘Milano Immaginazione’, primo video e singolo di Volwo

644


Download PDF

Tratto dall’album ‘Dieci Viaggi Veloci’ in uscita il 10 novembre

Riceviamo e pubblichiamo.

È uscito il 20 ottobre ‘Milano Immaginazione’ primo video e singolo di Volwo, tratto dall’album ‘Dieci Viaggi Veloci’ in uscita il 10 novembre. 

Il brano si ispira ai racconti di mia madre durante i suoi primi giorni a Milano. Lo sconforto nel lasciare un paese pieno di sole per trovarsi poi immersa nella nebbia milanese.

Volwo – Pasquale De Fina. Ospite del brano: Paolo Benvegnù.

Il video nasce con riferimento al testo e al ritmo della canzone di Volwo, ‘Milano Immaginazione’, ed imbocca una direzione evocativa, quasi sospesa. Il ritmo inesorabile del brano riflette un modo di vedere la città di Milano, quel senso di estraniazione che può ispirare una città carica di fascino e cambiamenti continui.

Nel video, la regia segue alcuni personaggi che si svegliano in una città dove sono naufraghi e dispersi, una realtà che ci costringe tutti a indossare una maschera.

Pasquale “Paz” De Fina – è uno dei naufraghi, assieme a Roberto Romano – ai fiati nel disco – e all’attore Davide Stecconi che si aggira tra la gente mascherata di questa Milano distratta.

Si avvicinano a persone in situazioni apparentemente normali e tutto si ferma, sulle maschere compare però proprio ciò che le maschere dovrebbero nascondere: aspirazioni e talenti messi da parte per vivere una vita “normale”, il tutto senza giudizi o moralismo, solo uno sguardo dolce e divertito verso tutti noi naufraghi, pieni di immaginazione che non riusciamo ad esprimere.

I naufraghi-dispersi si incrociano mentre scivolano via lentamente… Che voi vogliate vedere un naviglio, un fiume o il mare sta solo a voi. In fondo è solo un video, un piccolo sogno, è ‘Milano Immaginazione’.

Sceneggiatura e regia
La scrittura del video e la regia è stata affidata a Francesco Leitner, classe 1967, con esperienze di giornalismo documentaristico e reportage fin dal 1998 in Rai, La7, Sky TG24 e con produzioni video, ideazione e regia, per grandi brand dell’impresa, Sony, Granarolo, Autodromo di Monza, Gruppo Maccaferri, Zurich e molti altri.

In campo artistico e musicale ha curato – tra gli atri – la scrittura e regia del video di V. Edo, ‘Solo Tu’, per Ponderosa Music and Arts di Milano, un mini documentario con Saturnino Celani e il suo basso Noah, il video ‘La Notte è un libro blu’ dedicato alle opere dello scultore milanese Pino Deodato. Il progetto nasce anche dalla profonda amicizia che lo lega all’autore ed esecutore dei brani di Volwo, Paz de Fina.

Sperimentazione durante il video
Il video viene prodotto da Capitalvideo di Roma, una delle più importanti case di produzione televisiva della capitale, è stato girato con attrezzatura molto innovativa che prevede l’uso di una macchina da presa VR360 in definizione 4K. Niente uso di dolly, una semplice steady innovativa che porta a una ridefinizione delle tecniche di produzione e post.

Crediti
Pasquale De Fina: musiche e testi, voce, chitarra acustica, chitarra elettrica, loop,
compagni di viaggio:
Roberto Romano: sax, clarino, flauto, seconda voce, loop, percussioni, arrangiamenti
Paolo Benvegnù: voce in Milano immaginazione
Giorgio Baldi (Max Gazzè): basso fuzz, chitarra elettrica noise,loop batteria
Giorgio Prette (Afterhours): batteria in Dammi tutto l’oro e Cusago
Massimiliano Peri: percussioni
Pancho Ragonese: pianoforte

Milano Immaginazione

Print Friendly, PDF & Email