Home Basilicata Matera Matera 2019, Ovadia e Odifreddi su Ebraismo e Matematica

Matera 2019, Ovadia e Odifreddi su Ebraismo e Matematica

186
Moni Ovadia e Piergiorgio Odifreddi


Download PDF

Il 10 dicembre nell’Auditorium Gervasio l’incontro ‘Ebraismo e Matematica. Dalla Bibbia alle medaglie Fields’

Riceviamo e pubblichiamo.

Saranno Moni Ovadia e Piergiorgio Odifreddi a chiudere il ciclo di appuntamenti pubblici legati alla grande mostra di Matera 2019 ‘La poetica dei Numeri primi’, coprodotta da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Polo Museale della Basilicata con la direzione scientifica dello stesso Odifreddi.
Martedì 10 dicembre alle 21:00 nell’Auditorium Gervasio, Ovadia e Odifreddi saranno protagonisti dell’incontro su ‘Ebraismo e Matematica. Dalla Bibbia alle medaglie Fields’, in cui ripercorreranno l’uso cabalistico che gli Ebrei hanno fatto nell’antichità dei numeri nella geometria, raccontando le storie dei più famosi matematici ebrei della modernità.

Nel ‘Primo Libro dei Re’ si trova infatti un brano da cui sembra che gli Ebrei usassero 3 come valore di pi greco, approssimato invece dai Greci con il famoso 3,14, mentre il 25% delle medaglie Fields, l’analogo del premio Nobel per la matematica, sono andate a ebrei. I due esperti illustreranno quindi il percorso di un popolo che è partito in maniera tanto approssimativa nel campo della matematica, ed è arrivato a esserne l’avanguardia più avanzata.

Ingresso con Passaporto per Matera 2019 e prenotazione su MateraEvents o presso l’Infopoint di Matera 2019.

Nel pomeriggio, alle 18:30 nell’Open Dome allestita in Piazza San Francesco, Odifreddi racconterà il progetto La poetica numeri primi, una mostra che ha riscontrato un grande apprezzamento da parte del pubblico, in particolare di quello scolastico, non solo a Matera ma anche a Metaponto, tanto da essere prorogata anche nel prossimo anno.

I visitatori potranno scoprire le opere esposte a Palazzo Acito a Matera fino al 20 gennaio 2020 e quelle presenti nel Museo Archeologico di Metaponto fino al 28 febbraio.

Print Friendly, PDF & Email