Home Territorio Marina Militare: la Fregata Alpino in sosta a Napoli

Marina Militare: la Fregata Alpino in sosta a Napoli

170
Fregata Alpino ph. Marina Militare


Download PDF

Durante la sosta del 25 e 26 settembre la nave ospiterà i lavori del Maritime Symposium 2019 e sarà aperta per le visite a bordo

Riceviamo e pubblichiamo da MARICOMLOG.

Il 25 e 26 settembre p.v., la fregata Alpino della Marina Militare sarà in sosta a Napoli. La sosta avviene nell’ambito della seconda edizione dell’evento internazionale denominato Marytime Symposium Napoli 2019 – environmental protection and safety at sea.

Nave Alpino, ormeggiata presso il Molo Angioino, ospiterà a bordo una parte dei lavori.

Durante la sosta la fregata Alpino sarà aperta alle visite al pubblico nei seguenti giorni e orari:
– mercoledì 25 settembre: dalle 14:30 alle 18:30;
– giovedì 26 settembre: dalle 14:30 alle 18:30.

L’accesso alla Nave sarà consentito esclusivamente a piedi.

Approfondimenti
La fregata Alpino fa parte del programma italo-francese FREMM, Fregata Europea Multi Missione. È stata varata il 13 dicembre 2014 nel cantiere di Riva Trigoso (GE) e consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016.
Il 9 giugno 2017 ha ricevuto la bandiera di Combattimento a Civitavecchia.
Contraddistinta dal distintivo ottico F 594, secondo la classificazione NATO, è una fregata di nuova generazione, caratterizzata da spiccate innovazioni tecnologiche e dalla possibilità d’impiego in vari contesti operativi.

È la quinta FREMM e la quarta in versione ‘anti sommergibile’, Anti Submarine Warfare – A.S.W.. Imbarca un equipaggio di 168 uomini e donne – quasi la metà rispetto alle precedenti fregate – e, grazie ai suoi 200 posti letto totali, è in grado di ospitare lo staff di un comando complesso, un team di forze speciali e una squadra di specialisti per l’impiego di due elicotteri medio-pesanti. Ha un dislocamento di 6.700 tonnellate e raggiunge i 27 nodi di velocità grazie alla propulsione ibrida CODLAG, una turbina a gas e due motori elettrici, che garantisce altresì bassi consumi e autonomie elevate.

Foto Marina Militare

Print Friendly, PDF & Email