Home Territorio Abruzzo Luvo Barattoli Arzano, occasione sprecata a Chieti

Luvo Barattoli Arzano, occasione sprecata a Chieti

246
Nunzia Campolo


Download PDF

Una gara da ricordare per le grandi occasioni sprecate

Riceviamo e pubblichiamo.

Una Luvo Barattoli Arzano sprecona non riesce nell’impresa di strappare punti al Chieti.
Le occasioni non sono mancate sabato 9 novembre sul campo del Palatricalle Sandro Leombroni di Chieti, ma la giovane età di gran parte della squadra e la solita sindrome dell’ultimo punto hanno bloccato le mani delle ospiti sul più bello.
Al termine del primo set la Luvo Barattoli Arzano può solo rammaricarsi e riflettere su ciò che ha sprecato. Quattro punti di vantaggio e tre palle set non sono bastate alle ragazze di Nando Giacobelli per chiudere i conti con le padrone di casa. Ancora una volta ad avere la meglio è il fatto di non riuscire a mettere a terra la maledetta ultima palla.

Sul 18 – 22 le arzanesi subiscono un filotto di cinque punti che porta avanti il Chieti, 23 – 22. Conquistata per tre volte l’opportunità di chiudere, non è mai arrivato però il punto decisivo. Meglio è andata alle padrone di casa che scampato il terzo pericolo possono contare su due errori consecutivi delle arzanesi per conquistare un set che sembrava seriamente compromesso: 29 – 27.

Si cambia campo e la gara prosegue sui binari dell’equilibrio, 7 – 7. Per tutta la prima parte del parziale succede veramente poco e le due squadre continuano a restare praticamente incollate, fino al primo break, 13 – 10, che costringe Giacobelli a fermare il tempo. Il gioco delle ospiti non migliora, il Chieti non può fare altro che amministrare quanto conquistato, 18 – 14.

Il cambio di passo non arriva e tocca ad un tentativo di muro finito fuori fare calare il sipario su di un brutto secondo set: 25 – 19.

In avvio di terzo set Putignano firma il punto del break arzanese, 2 – 6, questa volta è Niglio a fermare il tempo. Con Postiglione diventano addirittura 5 i punti di vantaggio per le ospiti, 5 – 10, solo a questo punto la Connettiti comincia a riacquistare lucidità ed a più riprese ritrovano il bandolo della matassa e passano addirittura a condurre, 14 – 12, con un aces della solita Gotti. Giacobelli ha qualcosa da dire alle sue giocatrici e blocca il tempo.

La forbice resta identica, 20 – 17, e lo scorrere dei punti costringe Arzano ad inventarsi l’ultimo tentativo di reazione riconquistando la parità con Campolo, 21 – 21. Questa volta la sindrome dell’ultimo punto non si accanisce sulle ospiti che con Postiglione conquistano l’opportunità di chiudere, 23 – 24,  i conti. Ci pensa Aquino all’ultimo sigillo.

Nel quarto set Arzano non gioca. Chieti ne approfitta e va subito avanti di 5 nel quarto set: 10 – 5. In attesa della reazione delle ospiti, la Connettiti ne approfitta per pigiare ancora sull’acceleratore, 14 – 6. Chiama ancora tempo Giacobelli per comprendere i pensieri che attraversano la mente delle sue giocatrici che non reagiscono, 17 – 7.
Serve davvero poco altro alle padrone di casa per chiudere i conti. Finisce con un muro: 25 – 9.

Una gara da ricordare, per le grandi occasioni sprecate e per i passi avanti fatti verso una maggiore maturità che sicuramente consentirà alla Luvo Barattoli Arzano si riposizionarsi nel corso di questo campionato.

Connettiti Chieti 3
Luvo Barattoli Arzano 1
29 – 27; 25 – 19; 25 – 23; 10 – 25

Chieti: Gotti 19; Ricchiuti 1; Torrese (L); Culiani 14; Di Tonto, Spadoni 11; Galiero 11; Giroldi 1; Micheletto, Lestini 19. Non entrate: Palumbo e Maiezza. All. Nibbio

Arzano: Campolo 12; Piscopo 1; Passante 4; Aquino 19; Perata 7; Mautone 1; Guida (L); Esposito, Postiglione 7; Putignano 5. All. Giacobelli

Arbitri: Fabio Ercolani e Claudia Morganti

Durata set: 32′; 29′; 31′; 22′.

Print Friendly, PDF & Email