Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia: via libera in Commissione al nuovo Piano Cave a Varese

Lombardia: via libera in Commissione al nuovo Piano Cave a Varese

195
cava


Download PDF

Il documento sostituirà il piano scaduto nel novembre 2021 e in regime transitorio

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

La Commissione Ambiente, presieduta da Alessandro Cantoni, Lombardia Ideale, ha oggi approvato a maggioranza il nuovo Piano cave della Provincia di Varese relativo al settore sabbia e ghiaia.

Il documento, che ora è atteso al voto finale dell’Aula consiliare, sostituirà il piano scaduto nel novembre 2021 e in regime transitorio.

Il relatore Riccardo Vitari, Lega, ha detto:

Il lavoro in Commissione ha permesso di ascoltare le voci del territorio, enti locali e stakeholder, ed è stato particolarmente approfondito e proficuo.

La proposta finale conferma sostanzialmente i contenuti formulati dalla Provincia, sia per quanto riguarda i criteri di fondo che i dimensionamenti del materiale estraibile.

Si tratta di un piano che non prevede nuovi ambiti estrattivi e si prefigge di soddisfare il fabbisogno di inerti ricorrendo anche a fonti alternative.

Il Piano conferma gli otto ambiti estrattivi e le due cave di recupero e avrà una durata di dieci anni. Il fabbisogno di sabbia e ghiaia viene quantificato in 16 milioni e 300mila metri cubi, si attestava a circa 25 milioni nel precedente piano.

In Commissione è stato approvato un ‘pacchetto’ di emendamenti con modifiche introdotte in seguito alle audizioni col territorio e riguardanti la viabilità, la possibilità di realizzare impianti di energia rinnovabile e alcune correzioni tecniche.

Motivando il voto favorevole i Consiglieri della maggioranza hanno giudicato positivamente la fase di ascolto col territorio e il confronto avvenuto in Commissione.

Contrari i consiglieri del PD, che hanno annunciato la presentazione di Aula di emendamenti, e di M5Stelle.

Astenuti i Consiglieri di Azione – Italia Viva, AVS, Patto Civico.

Luca Ferrazzi, Lombardia Migliore, ha motivato la propria astensione in disaccordo con il previsto limitato ampliamento dell’area estrattiva di Uboldo e ha anticipato che in Aula presenterà emendamenti.

Print Friendly, PDF & Email