Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, sopralluogo Commissioni regionali deposito rifiuti IPB

Lombardia, sopralluogo Commissioni regionali deposito rifiuti IPB

416
Sopralluogo via Chiasserini a Milano


Download PDF

A buon punto la bonifica del deposito rifiuti di via Chiasserini

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

A un anno esatto dal terribile incendio divampato nel deposito rifiuti di via Chiasserini a Milano e a pochi giorni dalle sentenze di primo grado sulla vicenda, la Commissione Ambiente e Protezione Civile in accordo con la Commissione d’inchiesta sul Sistema di gestione dei rifiuti in Lombardia, ha effettuato un sopralluogo presso l’azienda IPB alla presenza di istituzioni locali, Arpa e Città metropolitana di Milano, per valutare lo stato dei luoghi e l’evoluzione delle operazioni di bonifica e messa in sicurezza del sito.

Abbiamo preso atto del lavoro compiuto da Arpa e Palazzo Isimbardi per verificare lo stato della situazione dal quale risulterebbe che, ad oggi, tutti i parametri sono nella norma. Inoltre, abbiamo visto come Città metropolitana abbia già effettuato i primi interventi e la situazione sia in via di risoluzione.

Serve ancora circa un milione di euro per completare le opere di bonifica ed è stato chiesto a Regione Lombardia di attingere ad un bando, a breve ci saranno i risultati e in primavera potremmo già avere un’area perfettamente apposto.

Così, il Presidente della Commissione Ambiente e Protezione Civile Riccardo Pase, Lega, al termine della seduta itinerante, che ha aggiunto:

Ci auguriamo che questi episodi non accadono più in futuro e come Regione Lombardia vigileremo, dotando le forze dell’ordine e Arpa di tutti gli strumenti necessari.

Sulla stessa linea Niccolò Carretta, Lombardi Civici Europeisti, Presidente della Commissione speciale sul Sistema di gestione dei rifiuti in Lombardia.

È passato un anno esatto da quello che è stato uno degli incendi più devastanti divampati sul nostro territorio

ha fatto notare l’esponente del Pirellone, spiegando che l’obiettivo della Commissione era di

verificare che tutto si stia svolgendo al meglio per tutelare la salute dei cittadini affinché le operazioni di ripristino e bonifica dell’area avvengano il prima possibile.

Come Commissione d’inchiesta siamo al lavoro affinché episodi come questo non accadano più.

Stiamo studiando a 360 gradi come funziona il sistema di gestione dei rifiuti nella nostra regione per suggerire e proporre migliorie normative sia a livello nazionale che regionale. Lo facciamo per i lombardi che ce lo chiedono, perché il diritto alla salute e il diritto a vivere in un ambiente pulito e sostenibile sono, ovviamente, una priorità.

Print Friendly, PDF & Email