Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, ok Commissione nuovo regolamento per attività agrituristica

Lombardia, ok Commissione nuovo regolamento per attività agrituristica

223
Giovanni Malanchini


Download PDF

Malanchini: ‘Realtà imprenditoriali sempre più proiettate verso il futuro’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Via libera della Commissione Agricoltura, montagna, foreste e parchi, presieduta da Ruggero Invernizzi, Forza Italia, al nuovo regolamento attuativo che da compimento alla revisione introdotta nel 2019 al ‘Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale’ esplicitando criteri, obblighi e modalità operative per svolgere l’attività agrituristica.

Il parere, illustrato dal relatore Giovanni Malanchini, Lega, Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, è stato approvato senza voti contrari, astenuti i rappresentati del PD, del M5S e la consigliera Patrizia Baffi del gruppo misto,
Con la revisione del Titolo X della l.r. 31/2008 compiuta nel 2019 si è inteso dare maggior risalto al concetto di multifunzionalità per esprimere un nuovo modo d’intendere l’agricoltura, la cui funzione si estende dalla produzione di beni primari alla produzione di esternalità positive con effetti diretti e indiretti sul territorio di appartenenza.

Nel contesto della multifunzionalità particolare rilevanza riveste proprio l’agriturismo che costituisce un fattore importante per il riequilibrio e lo sviluppo dei territori in termini economici e sociali, di promozione delle opportunità occupazionali nelle aree più marginali e svantaggiate ed anche di presidio, tutela e valorizzazione delle risorse ambientali e dei prodotti aziendali di qualità propri di una realtà territoriale.

Grazie all’agriturismo, che oggi in Lombardia conta quasi 1700 aziende, è stato possibile salvare una parte importantissima dei fabbricati rurali storici e di pregio e far sopravvivere l’agricoltura tradizionale in zone disagiate.

Gran parte delle imprese agrituristiche si trovano infatti soprattutto in collina e in montagna, dove non può svilupparsi l’agricoltura che richiede grandi superfici e sistemi produttivi fortemente industrializzati.

Diverse le proposte emendative integrate nel testo, sia dei consiglieri che delle associazioni di categoria come quelle di Coldiretti.

Ha commentato Malanchini:

Gli agriturismi lombardi sono sempre più proiettati verso il futuro. Oggi in Commissione Agricoltura ho presentato la mia proposta di integrazione al regolamento di attuazione della nuova legge sugli agriturismi, che prevede l’introduzione del gampling, ovvero l’utilizzo per gli agricampeggi di tende di lusso, in grado di ampliare ulteriormente la fascia di turisti.

A questo si aggiunge la necessità di andare verso una sempre maggiore semplificazione e sburocratizzazione, che devono procedere di pari passo con un costante incremento della qualità del cibo proposto sulle tavole introducendo, ad esempio, l’origine dei prodotti sui menù degli agriturismi.

Print Friendly, PDF & Email