Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, approvata a maggioranza manovra finanziaria regionale

Lombardia, approvata a maggioranza manovra finanziaria regionale

719
Palazzo Pirelli Milano


Download PDF

Sessione di Bilancio calendarizzata in Aula per il 16 e 17 dicembre

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Via libera a maggioranza in Commissione Bilancio al Bilancio di Previsione regionale 2020 – 2022, alla Legge di Stabilità e al Collegato che contiene le norme per gestire la programmazione e la contabilità regionale.
I provvedimenti, di cui è relatore il Presidente della Commissione Marco Alparone, andranno in Aula per il voto finale nella Sessione di Bilancio già calendarizzata per il 16 e 17 dicembre.

Spiega Alparone:

Regione Lombardia prosegue nella politica di riduzione della pressione fiscale e, mantenendo tutte le agevolazioni già esistenti come l’esenzione IRAP per le nuove imprese nei centri storici dei Comuni capoluogo, l’esenzione triennale del bollo per l’acquisto di auto ibride e lo sconto per la domiciliazione bancaria del bollo auto, garantisce continuità a provvedimenti strategici come le misure per il miglioramento della qualità dell’aria, gli investimenti per l’acquisto di nuovi treni e il potenziamento infrastrutturale, che rappresentano le vere priorità di questa manovra finanziaria.

Grazie alla virtuosità della sua gestione, certificata anche dagli organismi contabili preposti, nei prossimi tre anni Regione Lombardia investirà 740 milioni, 80 in più rispetto al passato, ma la vera scommessa sarà quella di ottimizzare al meglio il ricorso e l’utilizzo dei contributi e dei finanziamenti comunitari, le cui opportunità dovranno essere colte appieno consentendo di recuperare e quindi di poter disporre di risorse economiche maggiori in ambiti e settori strategici, dall’agricoltura all’innovazione tecnologica.

In questa manovra finanziaria particolare attenzione viene data agli interventi di carattere sociale con il mantenimento della misura ‘Nidigratis’, 17,2 milioni nel 2020, 35 milioni annui sia per il 2021 che per il 2022, e della misura ‘DoteSport’, 19 milioni, e con la misura che garantisce i fondi necessari per il sostegno scolastico degli alunni disabili, 12 milioni nel 2020, altrettanti nel 2021 e ulteriori 12 nel 2022, per un totale di 36 milioni nel triennio.

Nel suo intervento di illustrazione dei provvedimenti in Commissione, l’Assessore al Bilancio Davide Caparini aveva evidenziato investimenti aggiuntivi per un valore di circa 159 milioni nel 2020 e di circa 181 annui nel 2021 e 2022, annunciando anche la possibilità di nuovi incentivi fiscali su bollo auto e su altre entrate regionali per ridurre ulteriormente il carico fiscale dei lombardi.

Questo grazie anche ai risultati ottenuti dopo il confronto in sede di Conferenza Stato – Regioni, che ha consentito di ottenere nuove risorse in particolare per le politiche ambientali, per le quali il prossimo anno saranno disponibili 39 milioni e 400mila euro.

Da sottolineare inoltre l’attenzione alle attività produttive con 85 milioni di euro nel triennio per incentivi alle imprese e 33 milioni, sempre nel triennio, per il sostegno nel settore del commercio.

Tra i temi centrali, anche la messa in sicurezza del territorio, 47milioni nel 2020, 45 milioni nel 2021 e 33 milioni nel 2022, con particolare attenzione ai Piccoli Comuni e a quelli di montagna: per interventi a favore della montagna stanziati 21 milioni di euro. Riveste carattere di priorità il sostegno a interventi di ordine pubblico e sicurezza urbana, 8,2 milioni nel triennio di risorse correnti, il sostegno ai grandi eventi sportivi come il Gran Premio di Monza, 15 milioni, e le Olimpiadi invernali 2026, e la conferma delle risorse necessarie per le ratifiche delle intese interregionali delle ciclovie.

Nel motivare il voto contrario del suo gruppo, Marco Fumagalli, M5Stelle, ha sottolineato:

Ci poteva stare che il primo bilancio di previsione di Regione Lombardia fosse privo di grandi contenuti.
Ma se anche il secondo bilancio di previsione di questa legislatura è piatto e sciatto, significa che c’è un problema di fondo a livello di progettualità politica. Non ci sono idee e il bilancio risente di queste incertezze.

Ha ribadito il capogruppo del Partito Democratico Fabio Pizzul:

Nonostante le risorse messe a disposizione dal Governo nazionale, soprattutto per gli investimenti. Regione Lombardia non riesce a sviluppare progetti e visioni ambiziose e coraggiose e pertanto il nostro giudizio non può che essere negativo.

Collegato 2020
Per assicurare la continuità delle funzioni amministrative delle Province e della Città metropolitana di Milano, Regione Lombardia ha posto le condizioni necessarie per consentire da parte di questi enti le assunzioni necessarie fino al raggiungimento delle 374 unità di fabbisogno minimo stimato per garantire i servizi primari: attualmente in numero di dipendenti in funzione presso questi enti è sceso a sole 339 unità.

Vengono quindi definiti gli atti e i passaggi amministrativi e finanziari necessari per l’entrata in vigore del Protocollo d’Intesa con la Provincia autonoma di Bolzano per lo sviluppo turistico dell’area del Passo dello Stelvio, in cui si prefigura la costituzione di una società partecipata dagli attori istituzionali coinvolti, Regione Lombardia compresa, con lo scopo di sviluppare una serie di servizi turistici comuni.

Per quanto concerne le linee guida che regolano l’attività di polizia idraulica, viene definita la possibilità che un soggetto subentri ad altri nel godimento della concessione, ma solo previa richiesta di autorizzazione all’autorità concedente. Il concessionario dunque non può mai sostituire a sé stesso un altro soggetto o “sub concedere” a sua volta senza avere prima acquisito l’espresso consenso dell’amministrazione, in questo caso l’Ufficio Territoriale Regionale, che è tenuta a verificare che tutti i canoni arretrati siano stati corrisposti.

Al fine di incamerare gli importi dei canoni arretrati, le attuali procedure prevedono che Regione provveda all’emissione di ordinanze di ingiunzione nei confronti del titolare della concessione: in mancanza del pagamento è prevista la riscossione coattiva del credito.

In materia di servizi di collegamento al sistema aeroportuale, saranno trasferite alle Agenzie per il trasporto pubblico locale, a cui fa già capo il rilascio del nulla osta per la sicurezza del percorso e delle fermate, anche le funzioni, attualmente svolte dalla Regione, relative alla verifica dei requisiti a seguito della presentazione della SCIA, al monitoraggio e controllo del servizio di trasporto espletato e all’adozione dei provvedimenti sanzionatori, richiamo, sospensione e divieto di prosecuzione.

Non sarà più riconosciuto infine nel prossimo biennio il contributo annuo di 500mila euro destinato alla Fondazione Minoprio di Vertemate (CO) per la sua attività florovivaistica e ortofrutticola: sarà riconosciuto solo un rimborso delle spese sostenute debitamente documentato fino a 350mila euro nel 2020 e 250 mila euro nel 2021.

Legge di Stabilità
A garanzia delle risorse necessarie per finanziare le opere di manutenzione straordinaria di ponti stradali, loro pertinenze e opere connesse con l’obiettivo di migliorarne le condizioni di sicurezza, Regione Lombardia stanzierà 54 milioni di euro che si aggiungono ai 150 milioni di euro già deliberati dal Governo, così da coprire la spesa complessiva di tutti gli interventi individuati nel censimento delle opere classificate a rischio, nell’ambito della cabina di regia ‘Lombardia sicura’. In Lombardia sono presenti circa 10mila ponti che insistono su 11mila chilometri di strade di vario ordine e livello, il 4% dei quali, 411 ponti, sono stati individuati come bisognosi di interventi.

Saranno infine finanziate con uno stanziamento di 200mila euro specifiche analisi e indagini tecniche dirette a verificare la stabilità delle alzaie e dei manufatti, ponti, ponti-canali e strutture similari, situati lungo i Navigli lombardi appartenenti sia al demanio statale, Naviglio Grande e Naviglio di Paderno, che al demanio regionale, Naviglio Pavese, Naviglio Martesana e Naviglio di Bereguardo: beneficiario del contributo sarà il Consorzio di bonifica Est Ticino Villoresi quale soggetto preposto alla gestione del demanio della navigazione sul sistema dei Navigli lombardi.

Print Friendly, PDF & Email