Home Territorio La Galleria dell’Accademia di Firenze sempre più internazionale

La Galleria dell’Accademia di Firenze sempre più internazionale

200
Galleria dell'Accademia di Firenze


Download PDF

Il sito web del museo consultabile in quattro nuove lingue

Riceviamo e pubblichiamo.

Il sito web della Galleria dell’Accademia di Firenze, oltre che in inglese e ovviamente in italiano, sarà consultabile in altre quattro lingue: francese, tedesco, spagnolo e cinese semplificato, mandarino.

Un’ulteriore apertura verso quel pubblico internazionale, che impossibilitato a venire direttamente a Firenze, avrà modo visitare, almeno virtualmente, la Galleria, avere un assaggio della ricchezza delle sue collezioni.

Il Museo conserva un patrimonio preziosissimo e unico: dalla più importante e numerosa raccolta di sculture di Michelangelo, con i monumentali Prigioni, la Pietà Palestrina e il celebratissimo ‘David’, ai gessi ottocenteschi di Lorenzo Bartolini nella Gipsoteca; dai fondi oro del Duecento alla pittura fiorentina del Cinquecento, insieme al Dipartimento degli strumenti musicali antichi con cinquanta esemplari provenienti dalle collezioni delle famiglie granducali toscane dei Medici e Lorena, tra cui delle vere rarità come, tra gli altri, la viola tenore e il violoncello costruiti da Antonio Stradivari.

Il portale web della Galleria dell’Accademia di Firenze dedica un focus sulle singole opere e mette a disposizione un ampio palinsesto di contenuti digitali, un’offerta culturale dal valore inestimabile.

Ci sono visite in realtà virtuale, miniserie documentaristiche, podcast, format didattici, video artistici, destinati a un pubblico trasversale, pensati per tipologie diverse di utenti, dai più piccoli ai più grandi, in linea con i progetti promossi dal MiC – Ministero della Cultura.

Tutti gli eventi organizzati all’interno della Galleria sono stati documentati e si possono vedere su Accademia online, il canale digitale che si arricchisce sempre di nuovi progetti video, che coinvolgono competenze pluridisciplinari.

Print Friendly, PDF & Email