Home Territorio IveliseCineFestival, premiazione della V edizione

IveliseCineFestival, premiazione della V edizione

272
IveliseCineFestival 2020


Download PDF

26 le opere in Concorso, selezionate attraverso un bando e 6 le Categorie di genere costituite: Commedia, Tematica Sociale, Drammatico, Documentario, Animazione e Horror / Noir

Riceviamo e pubblichiamo.

Serata ricca di grandi emozioni e sorprese ieri, 23 febbraio, presso la Casa del Cinema di Roma, durante la Premiazione della Quinta Edizione dell’IveliseCineFestival.

Il festival di cortometraggi e documentari, prodotto dal Teatro Ivelise e dall’Associazione Culturale Allostatopuro, con il Patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma, da ACSI, Metis Teatro, ProLoco Città di Anzio e organizzato in collaborazione con ViviRoma.it, il Teatro Kopó, il Mangiaparole – Libreria Caffè letterario Laboratorio di Arti Sceniche diretto da Massimiliano Bruno, I.I.S. Apicio Colonna Gatti, dopo tre giorni di proiezioni parallele in più sedi artistiche del Lazio, si è concluso ieri con la tanto attesa Premiazione nel corso della quale sono stati annunciati i vincitori decretati sia dalla Giuria di Esperti che dalla Giuria Popolare.

Ricordiamo che delle 26 opere in Concorso, la Giuria, presieduta dal critico cinematografico Maurizio Di Rienzo, Presidente di Giuria, dall’autrice Maddalena Ravagli, dai registi Vincenzo Alfieri e Daniele Barbiero e dal D.O.P Fabrizio Lucci, ha decretato 4 nomination per ogni categoria:

Miglior opera:
‘La bellezza imperfetta’ di Davide Vigore
‘Inanimate’ di Lucia Bulgheroni
‘The role’ di Farnoosh Samadi
‘Song sparrow’ di Farzaneh Omidvarnia

Miglior regia:
Davide Vigore di ‘La bellezza imperfetta’
Lucia Bulgheroni di ‘Inanimate’
Farnoosh Samadi di ‘The role’
Cosimo Alemà di ‘Si sospetta il movente passionale con l’aggravante dei futili motivi’

Miglior fotografia:
Daniele Ciprì di ‘La bellezza imperfetta’
Farzaneh Omidvarnia di ‘Song sparrow’
Lorenzo Scudiero di ‘Blue matter’
Gianluca Sansevrino di ‘Si sospetta il movente passionale con l’aggravante dei futili motivi’

Miglior montaggio:
Riccardo Cannella di ‘La bellezza imperfetta’
Raphael Pereira di ‘Inanimate’
Andrea Gatopoulos di ‘Blue matter’
Ehsan Vaseghi di ‘The role’

Miglior sceneggiatura:
Roberto Marchionni, Davige Vigore di ‘La bellezza imperfetta’
Andrew Eu, Lucia Bulgheroni di ‘Inanimate’
Ali Asgari, Farnoosh Samadi di ‘The role’
Farzaneh Omidvarnia, Mehdi Rostampour di ‘Song sparrow’

Miglior attore protagonista:
Fortunato Cerlino in ‘Happy birthday’
Melino Imparato in ‘La bellezza imperfetta’
Luca Di Giovanni in ‘La voce’
Babak Hamidian in ‘The role’

Miglior attrice protagonista:
Irene Ferri in ‘Si sospetta il movente passionale con l’aggravante dei futili motivi’
Mina Sadati in ‘The role’
Alice Pagani in ‘Please don’t go’
Mariella Parisi in ‘Maria on a wire’

Attore rivelazione:
Pierpaolo Spollon in ‘Lo schiacciapensieri’ 
Mario Russo in ‘Amare affondo’
Teodoro Giambanco in ‘Blue matter’
Vincenzo De Michele in ‘Deaf love’

Attrice rivelazione:
Giusy Emanuela Iannone in ‘Mille scudi’
Anna Ferraioli Ravel in ‘Si sospetta il movente passionale con l’aggravante dei futili motivi’
Victoria Pisotska in ‘La bellezza imperfetta’
Lorena Cesarini in ‘L’interprete’

Come nelle precedenti edizioni, anche il pubblico è stato partecipativo e ha votato durante le proiezioni parallele, nelle giornate del 20 e 21 febbraio decretando la ‘Migliore Opera a categoria di genere’:

Migliore Opera per la categoria di genere Commedia: ‘Deaf love’
Migliore Opera per la categoria di genere Tematica Sociale: ‘Happy birthday’
Migliore Opera per la categoria di genere Drammatico: ‘La bellezza imperfetta’
Migliore Opera per la categoria di genere Documentario: We listen’
Migliore Opera per la categoria di genere Horror / Noir: ‘L’interprete’
Migliore Opera per la categoria di genere Animazione: ‘Inanimate’

Un’ulteriore novità di quest’anno è stata l’istituzione del Premio della Critica Cinematografica da parte di Cabiria Magazine che è andato a Mille Scudi di Serena Corvaglia.

Alla Premiazione di ieri sera si sono ritrovati i concorsisti, i membri della giuria e della stampa, le partnership e lo staff dell’evento per annunciare i vincitori, tutti uniti dalle grandi emozioni.

Sul palco insieme alla Giuria, la Direttrice del festival Brenda Monticone Martini, il conduttore e attore Andrea Venditti e Martina Milani, per presentare l’evento, annunciare i vincitori.

Vince come Miglior Opera di questa V Edizione ‘Inanimate’ di Lucia Bulgheroni con €1.000,00 in premio, la Miglior Regia va a Farnoosh Samadi in ‘The role’ che vince un giorno di set nella location del Teatro Kopó; la Miglior Sceneggiatura va a Ali Asgari, Farnoosh Samadi di ‘The role’ vincendo un giorno di set presso il Mangiaparole – Libreria Caffè letterario e la pubblicazione della sceneggiatura con la casa editrice fondata dal locale, la Miglior Fotografia va a Lorenzo Scudiero in ‘Blue matter’ che vince 2 giorni di set nella location del Teatro Ivelise; il Miglior Montaggio va a Raphael Pereira in ‘Inanimate’ che vince 2 giorni di set nella location del Teatro Ivelise.

Anche i migliori attori hanno ricevuto una targa di riconoscimento e hanno vinto una cena per due persone presso il Mangiaparole – Libreria Caffè letterario:

Miglior attore protagonista:
Melino Imparato – ‘La bellezza imperfetta’

Miglior attrice protagonista:
Mina Sadati – ‘The role’

Attore rivelazione:
Mario Russo – ‘Amare affondo’

Attrice rivelazione:
Victoria Pisotska – ‘La bellezza imperfetta’

Per informazioni sul festival e sul programma del festival, visitare il sito ufficiale:
https://www.teatroivelise.it/ivelisecinefestival/
scrivere a ivelise.teatro@gmail.com o contattare lo 06-89527016.

Print Friendly, PDF & Email