Home Territorio ‘Il ragazzo dai pantaloni rosa’, successo per la prima tappa romana

‘Il ragazzo dai pantaloni rosa’, successo per la prima tappa romana

413


Download PDF

La lotta al bullismo e al cyberbullismo inizia sul palco con lo spettacolo multimediale prodotto da Bewow Edu in tour in Italia

Riceviamo e pubblichiamo.

Oltre mille giovani accorsi al Cinema Teatro Don Bosco di Roma, una folla entusiasta tra alunni ed insegnanti per la prima tappa romana diIl ragazzo dai pantaloni rosa.

Gli studenti di 17 scuole romane, medie e superiori, hanno assistito con grande interesse all’opera multimediale, parte integrante del progetto didattico contro il bullismo e il cyberbullismo realizzato da Bewow Edu.

L’idea innovativa di Marco Carlucci, il regista, è quella di mescolare sapientemente più ingredienti studiati ad arte per catturare l’attenzione dei presenti su una problematica attuale, supportandoli inoltre nell’apprendimento di una lingua straniera.

Il tema delicato del bullying è affrontato con un approccio narrativo moderno e totalmente in spagnolo, attraverso l’utilizzo di totem led, videomapping, app interattive, flashmob, installazioni multimediali e divertenti sondaggi in tempo reale.

A coinvolgere gli studenti in un’ora e mezza di spettacolo è il Prof. Jago, l’attore italo argentino Vincent Calogero, che interagisce con loro mentre sugli schermi scorrono sei storie ispirate a fatti realmente accaduti.

Si racconta di Andrea il ragazzo dai pantaloni rosa, di Costanza e il suo sogno da youtuber, di Nicole la principessa delle parole, di Ettore il tipo alla moda, di Toby il ballerino con le ‘ciambelle’ e del fischietto rosa di Simona. Questo nuovo progetto multimediale è già un successo grazie alla partecipazione di migliaia di studenti in tutta Italia.

Un’occasione unica per far riflettere consapevolmente giovani ed adulti e la testimonianza che la tecnologia, se usata consapevolmente, può veicolare valori sani e virtuosi come la cooperazione, la fiducia in sé e la caparbietà nel perseguire i propri sogni.

Afferma il regista Marco Carlucci:

Questo è il primo passo verso una nuova didattica che tiene conto dei cambiamenti della comunicazione e degli strumenti tecnologici usati dai giovani.

Non vediamo l’ora di sperimentare nuove metodologie interattive che ci permetteranno di rendere i ragazzi protagonisti attivi dei prossimi progetti multimediali e poter affrontare tematiche importanti in tutte le lingue del mondo!

A conclusione dell’evento gran finale con l’esibizione del rapper Subze, autore della canzone ‘Stop bullying’, anche inno musicale del progetto didattico.

Lo spettacolo prosegue il suo tour in tutta Italia.

Approfondimenti sulle storie:

Andrea – il ragazzo dai pantaloni rosa Andrea, 15 anni, è il protagonista, un ragazzo stravagante che passa il suo tempo a navigare su internet.
È amato dalle ragazze e per questo i compagni, invidiosi, lo umiliano per via dei suoi pantaloni rosa arrivando a picchiarlo e a mortificarlo. Lui risponde loro sempre con coraggio e ironia. Un giorno durante la sua navigazione si imbatte in alcune storie di coetanei che come lui hanno vissuto una situazione di difficoltà e di bullismo. Le storie, attraverso Luca prendono forma scenica come per magia in una alternanza di atmosfere suggestive e surreali, accompagnate da una colonna sonora emozionante e dalla recitazione incredibile dei vari attori protagonisti delle vicende. Da loro impareremo a superare i momenti difficili, andando oltre i nostri limiti, orientandoci verso i nostri sogni e le nostre aspirazioni e raggiungendo grandi vittorie.

Ettore – un tipo alla moda Ettore, 15 anni, è un ragazzo di periferia, preso in giro dai compagni perché non ha soldi per i vestiti firmati. Il colmo arriva quando la madre gli compra delle scarpe firmate e i suoi compagni lo prendono in giro perché sono false.

Costanza – il sogno della youtuber Costanza, 17 anni, disabile, vuole fare la youtuber. Dei suoi compagni la spingono a fare dei video, dicendole che è brava. Lo scopo reale è prenderla in giro su dei gruppi ma lei non si darà per vinta e riuscirà a far esporre i bulli sulla gogna online.

Simona – fischietto rosa Simona, 17 anni, è arbitro di calcio della categoria allievi. È una ragazza forte, che si abitua presto alle ingiurie e le minacce del pubblico. Ma una domenica subisce un’autentica caccia all’uomo durante una partita, vivendo un’esperienza spaventosa che la convincerà a lasciare la sua passione.

Nicole – la principessa delle parole Nicole, 15 anni, è bellissima, oltre a essere una piccola sognatrice e scrittrice, ma viene presa in giro proprio per il suo tentare di mostrare la bellezza che ha dentro tramite quella che sente la sua arte. Diventa bersaglio di messaggi violenti che arrivano tramite un’applicazione che serve appunto a scrivere alle persone in forma anonima. Un giorno le compagne di classe, invidiose del suo aspetto fisico, la fanno violentare dai compagni. Non è chiaro se si sia suicidata o no, la sua storia termina con le più belle frasi che ha scritto, emozionali e commoventi.

Toby – ballerino con le ciambelle Toby, 16 anni, preso in giro perché sovrappeso, timido ed insicuro ma ha un talento nascosto. Lui è un vero fenomeno della Breakdance. Questo suo talento lo aiuterà a ribellarsi ai suoi giovani detrattori e tutti quelli che non credevano in lui.

'Il ragazzo dai pantaloni rosa'

Print Friendly, PDF & Email