Home Cultura Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi

Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi

682


Download PDF

Parte da Nola il 13 novembre il tour di presentazione del libro di Angelo Bruscino 

Nel libro ‘Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi’, edito da Mondadori, l’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi, presenta un’istantanea di storie di sogni e speranze dei giovani italiani cresciuti nella peggiore crisi economica dopo quella del 1929.

Riuscirà l’Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica? Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a ‘Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi’: il nuovo libro, edito da Mondadori, dell’imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino che sarà presentato domani venerdì 13 novembre alle 19 a Nola, Napoli, nel Mondadori Bookstore del centro commerciale Vulcano Buono nel corso di un confronto con l’autore a cui prenderanno parte il giornalista del TGR Campania Gianfranco Coppola e il Segretario Generale di Competere.EU e consulente di comunicazione strategica d’impresa Roberto Race.

Dichiara Angelo Bruscino:

Ho scelto di far partire da Nola il tour di presentazione del mio libro perché da queste zone è nata l’avventura imprenditoriale di mio nonno e, anche se oggi siamo un gruppo presente in tutta Italia e con prospettive di crescita all’estero molto interessanti, il legame con il territorio resta per noi imprescindibile.

Questo saggio è un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato.

Ne esce il ritratto di una generazione preoccupata per il domani, in crisi di valori e di modelli, ma questi ragazzi chiamati con i più fantasiosi nomignoli, da Bamboccioni, a Choosy, a Neet, continuano a essere la nostra speranza per ridisegnare un futuro e un destino più roseo di quello che si è vissuto in questi anni.

La nostra migliore gioventù non solo è viva, ma resta la più grande risorsa a cui attingere per rinnovare il nostro sistema paese, oggi più che mai i nostri ragazzi rappresentano l’unica vera garanzia di continuità storica, sociale, politica ed economica e soprattutto rappresentano la possibilità di ricreare un patto generazionale che riporti l’Italia a guardare al futuro con un sentimento di speranza e non più di paura ed incertezza.

Profilo dell’autore:

Angelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l’Huffington Post.
Impegnato nell’approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l’ambiente. È fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.
Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi.
Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: ‘Lo sviluppo sostenibile’ (2008) e ‘Il turismo sostenibile’ (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: ‘Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi’ (2013).

Print Friendly, PDF & Email