Home Territorio Hermann Nitsch torna a Roma: ad Atelier Montez mostra e performance

Hermann Nitsch torna a Roma: ad Atelier Montez mostra e performance

142
'Nitsch e il suo Doppio'


Download PDF

La manifestazione è ideata e curata da Giorgio Capogrossi, in arte Gio Montez, e prodotta da Atelier Montez in collaborazione con il Forum di Cultura Austriaco Roma e la Fondazione Nitsch di Vienna

Riceviamo e pubblichiamo.

Il Teatro delle Orge e dei Misteri, il Gesamtkunstwerk, Opera d’arte totale, dell’artista Hermann Nitsch torna a perturbare Roma dal centro fino alla periferia di Pietralata.

Il Forum Austriaco di Cultura Roma e l’Atelier Montez invitano il Maestro dell’Azionismo Viennese a esibirsi a Roma e presentano al pubblico romano una mostra di disegni, visitabile dal 10 al 31 ottobre 2019, presso l’Atelier Montez, e un concerto d’organo in situazione ‘Nitsch e il suo Doppio’, proponendo una riflessione in due momenti sull’attualità del lavoro di Hermann Nitsch.

La manifestazione è ideata e curata da Giorgio Capogrossi, in arte Gio Montez, e prodotta da Atelier Montez in collaborazione con il Forum di Cultura Austriaco Roma e la Fondazione Nitsch di Vienna.

Nitsch 45 anni dopo
Risale al lontano 1974 la Aktion n. 45 una fra le prime azioni eseguita da Hermann Nitsch in Italia, a Napoli, presso lo Studio Morra di Giuseppe Morra.

Ricorda Giuseppe Morra nel suo libro ‘Morra & Nitsch biografia di un’amicizia’:

Durante l’azione in via Calabritto intervenne la polizia, c’erano circa trecento persone che andavano e venivano e quindi tutta la scala del palazzo si era imbrattata di sangue.
Gli inquilini si lamentarono allarmati e fecero intervenire le forze dell’ordine. Quando Hermann li vide, fece cenno ai musicisti di suonare ancora e più forte, lui avrebbe continuato l’azione. Era il 1974!

Ci fu un enorme scandalo e la notizia fini su tutti i giornali; numerosi furono gli arresti e Nitsch fu espulso dall’Italia.

L’artista
Hermann Nitsch è uno dei massimi esponenti dell’Azionismo Viennese. Nato a Vienna nel 1938, si diploma come grafico pubblicitario e inizia a lavorare al Technisches Museum a Vienna. Pochi anni dopo nascono le sue prime idee stilistiche e sull Orgien – Mysterien -Theater, il Teatro delle Orge e dei Misteri, leitmotiv per tutto il suo sviluppo artistico.
Nel 1961 nascono i primi Schüttbilder, gettando colore e sangue sulla tela.
Poi, verso la metà degli anni Sessanta, inizia a formare, assieme ad artisti del calibro di Günter Brus, Otto Mühl e Rudolf Schwarzkogler, quel movimento noto come Azionismo Viennese.

Tra le sue opere più importanti contano ‘6-Tage-Spiel’ nell’estate del 1988 con la regia di Alfred Gulden e la sua 120. azione sotto forma di ‘2-Tage-Spiel’ nel 2004.
Ha inoltre partecipato come artista a ‘Documenta 5’ nel 1972 e a ‘Documenta 7’ a Kassel nel 1982.

La location
Atelier Montez, sito in via di Pietralata 147/a a Roma, è una fabbrica dell’arte contemporanea nata nel 2012 dalla riqualificazione di un relitto urbano fra la Riserva Naturale dell’Aniene e la periferia storica di Roma, Pietralata, realizzata su progetto dell’Artista Gio Montez, Giacomo Capogrossi e dell’Architetto Francesco Perri.
Aperto tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 18:00 alle 22:00.

La sua mission è quella di contrastare l’espansione incontrollata della periferia urbana offrendo consone attività culturali e creando un’immagine e un’identità caratteristiche e condivise col territorio di riferimento, attraverso rassegne culturali, produzioni artistiche, artigianato e altri eventi ad alta inclusione sociale.

Print Friendly, PDF & Email