Home Territorio Firenze: all’Università incontro su politica e territorio in Iran

Firenze: all’Università incontro su politica e territorio in Iran

575
'Il bazar e la moschea'


Download PDF

Il 19 giugno al Dipartimento di Architettura

Riceviamo e pubblichiamo.

Nell’ampio panorama di attività internazionali dell’Università di Firenze sono cresciute di recente le relazioni del Dipartimento di Architettura con il Medio Oriente, specie sui temi della tutela del patrimonio Artistico, culturale e religioso, spesso minacciato – specie nelle aree attualmente teatro di guerre e conflitti – da cancellazioni e distruzioni, intenzionali e non, di beni importanti, talora anche compresi nelle categorie UNESCO relative al ‘Patrimonio culturale e naturale dell’Umanità’.

In questo quadro si inseriscono anche i recenti sviluppi di attività di cooperazione, didattica e scientifica, con le Università iraniane e specificatamente dell’area di Teheran; la cui consistenza è testimoniata dai numerosi studenti, dottorandi e ricercatori iraniani che oggi frequentano le strutture dell’Università fiorentina.

Presso il DiDA sono già attivi programmi di cooperazione scientifica riguardante conservazioni e recuperi di beni artistico-culturali, archeologici e religiosi; ad essi si aggiunge oggi un progetto di ricerca bilaterale riguardante i temi urbanistici e paesaggistici, per cui si è formato un apposito gruppo di lavoro, ‘Iranian Territory’, tra rappresentanti di UniFI e di alcune università iraniane.

L’attività, propedeutica all’elaborazione di ricerca, prevede una serie di riunioni e seminari congiunti tesi ad individuare i contesti iraniani in cui la riqualificazione ambientale e sociale del territorio può essere più efficacemente perseguita applicando approcci e metodiche del “progetto territorialista”, un filone di ricerca e azione strategica largamente presente tra gli urbanisti della Scuola di Firenze, a partire dall’azione fondativa di Alberto Magnaghi, Professore Emerito di UniFI.

Il prossimo incontro del programma si tiene mercoledì 19 giugno 2019, ore 15:30, presso la sede di Santa Teresa dell’Università, Dipartimento di Architettura,via della Mattonaia 14, aula 208), ed è promosso, oltre che dal gruppo di lavoro citato, dal Dottorato di Ricerca del DiDA: si tratterà di politica e territorio nell’Iran contemporaneo (1890 – 2018) a partire da una presentazione e discussione del volume di Farian Sabahi ‘Il bazar e la moschea’.

L’autrice, studiosa di politica internazionale e mediorientale oltre che giornalista professionista, è docente alle Università di Ginevra e della Valle d’Aosta.

L’incontro intende favorire l’interpretazione territoriale dell’evoluzione delle contrastate vicende politiche recenti di un Paese centrale nell’area di forte crisi rappresentata dal Medio Oriente, per iniziare a verificare le potenzialità di recupero urbanistico e ambientale e di resilienza sociale di un territorio “in uscita dal declinante modello di sviluppo oil-oriented che ha segnato l’intero Novecento”; altrimenti eternamente subalterno alla dialettica tra la volontà occidentale di profittare delle risorse energetiche che lo stesso possiede e la difesa nazionalistico-religiosa degli interessi locali, che però rischia talora di lasciare sullo sfondo i diritti, anche ambientali, degli abitanti.

Print Friendly, PDF & Email