FIAB ComuniCiclabili 2019: bandiera gialla ciclabilità italiana

FIAB ComuniCiclabili 2019: bandiera gialla ciclabilità italiana

189
FIAB ComuneCiclabile 2019


Download PDF

Prolungata la prima scadenza per le iscrizioni 2019: fino al 31 ottobre per chi vuole ricevere il riconoscimento a dicembre

Riceviamo e pubblichiamo.

Prolungata fino a fine mese la scadenza per le amministrazioni locali che intendono candidarsi alla seconda edizione di ComuniCiclabili, il progetto di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta che, ad oggi, ha già assegnato la bandiera gialla della ciclabilità italiana a 69 comuni, con un punteggio di 1 a 5 bike-smile, riconoscendo e valutando l’impegno di ciascuno per lo sviluppo della mobilità in bicicletta, l’unica sostenibile per le persone, le città e l’ambiente.
A inizio dicembre, concluse le operazioni di esame e verifica delle domande e dei requisiti, FIAB consegnerà le bandiere gialle della ciclabilità 2019 al primo gruppo di nuovi ComuniCiclabili.

Dice Alessandro Tursi, Vicepresidente FIAB e responsabile del progetto:

Va sottolineato ancora una volta come ComuniCiclabili nasce per accompagnare le amministrazioni in un percorso virtuoso che, dopo la valutazione del grado di ciclabilità, stimola a fare rete e, attraverso momenti di confronto e formazione, a condividere best practice in tema di mobilità ciclistica.

È in questa direzione che si inserisce il prossimo seminario di formazione della Scuola dei ComuniCiclabili, previsto per venerdì 23 novembre a Cortona (AR). Saranno diverse le case history in agenda, con assessori e sindaci che raccontano le loro esperienze bike-friendly.

Il prossimo 21 novembre, invece, alla Triennale di Milano il progetto ComuniCiclabili sarà raccontato dalla Presidente FIAB Giulietta Pagliaccio nel convegno ‘Ciclovie nazionali, locali e territori’ promosso all’interno della XV edizione di Urbanpromo Progetti per il Paese, l’iniziativa organizzata da INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, con cui ComuniCiclabili ha siglato un accordo di collaborazione basato sull’ineludibile relazione che lega i temi della mobilità in bicicletta a quelli dell’urbanistica e della pianificazione territoriale.

Altra novità è che tutto il materiale dei momenti formativi promossi da ComuniCiclabili è a disposizione di chiunque voglia consultarlo, tecnici comunali, architetti, ingegneri, nella nuova sezione dedicata del sito, all’indirizzo.

Per ulteriori informazioni e modalità di adesione a ComuniCiclabili

Print Friendly, PDF & Email