Home Territorio Estero Egitto: ad Abu Simbel i raggi del sole entrano nel tempio

Egitto: ad Abu Simbel i raggi del sole entrano nel tempio

372
Egitto, Tempio di Abu Simbel


Download PDF

Turisti assistono all’evento della perpendicolarità del sole

Di Mostafa Makki

Il Ministro egiziano del Turismo e delle antichità, Khaled El-Anany, e il Maggior Generale Ashraf Attia, il Governatore di Assuan, 50 Ambasciatori provenienti da più di 30 Paesi nel mondo e un gruppo di giornalisti egiziani e blogger stranieri hanno assistito alla fenomeno dell’arrivo dei raggi del sole nel tempio di Abu Simbel, che si verifica due volte l’anno: il 22 ottobre e il 22 febbraio.

L’arrivo delle persone è iniziato oggi alle 5:52 circa ed è durato 20 minuti, alla presenza di Ghada Shalaby, Vice Ministro del Turismo e delle Antichità per gli Affari del Turismo, Amr El-Qadi, CEO dell’Autorità Generale Egiziana per l’Attivazione del Turismo e alcuni Consiglieri del Ministro.

Gli Ambasciatori hanno voluto fare una foto di gruppo con il Ministro del Turismo e delle Antichità davanti al Tempio di Nefertari, mentre tenevano in mano le bandiere del loro Paese.

Ciò è avvenuto nell’ambito delle attività organizzate dal Ministero del Turismo e delle Antichità, ad Abu Simbel, in occasione del fenomeno della perpendicolarità del sole, sotto gli auspici della Banca Nazionale d’Egitto.

Va notato che questi eventi sono iniziati ieri con una conferenza tenuta dal Ministro del Turismo e delle Antichità sui due templi di Abu Simbel, durante la quale si è discusso della loro storia e della campagna per salvare i templi egiziani per costruire la grande diga, dove sono stati spostati più di 20 templi e santuari in collaborazione con l’UNESCO.

Egitto, Tempio di Abu Simbel

Durante la conferenza, il Ministro ha anche fatto luce sui più importanti sviluppi nel settore turistico e archeologico in Egitto e sui passi che il Paese ha intrapreso per preservare la salute e la sicurezza di cittadini, turisti e lavoratori del settore, riesaminando le più importanti misure precauzionali e i controlli di sicurezza sanitaria adottati dallo stato in strutture alberghiere e turistiche, musei, siti archeologici, aeroporti e varie attività turistiche, sviluppate secondo gli standard mondiali dell’Organizzazione sanitaria per affrontare le ripercussioni del Coronavirus.

Il Ministro ha affermato che la destinazione turistica egiziana è sicura e si distingue per la sua unicità durante tutto l’anno e per le sue componenti turistiche e archeologiche senza pari, sottolineando che offre al visitatore un’esperienza unica in completa sicurezza.

Egitto, Tempio di Abu Simbel

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.