Home Lombardia Regione Lombardia Differenziata, obiettivo raggiunto in quasi tutte Province Lombardia

Differenziata, obiettivo raggiunto in quasi tutte Province Lombardia

217
Marco Degli Angeli


Download PDF

La relazione annuale all’esame del Comitato paritetico di Controllo e Valutazione

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Gli obiettivi della legge regionale sulla produzione e gestione dei rifiuti in Lombardia sono stati raggiunti.

Così Marco Degli Angeli, Vicepresidente del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione delle leggi,  sintetizza la relazione annuale dell’Osservatorio Regionale Rifiuti, che riguarda la gestione del 2018.

Nell’anno di riferimento, la Lombardia ha raccolto in maniera differenziata il 70,8% dei rifiuti, a fronte di una media del Nord d’Italia del 67,7% e nazionale del 58,1%. L’obiettivo del 67% è stato raggiunto in quasi tutte le province, tranne Pavia e Sondrio, che si fermano rispettivamente al 52% e al 56%, mentre Milano e Como sono di un punto percentuale al di sotto del target, con il 66%.

A seguito della raccolta differenziata la percentuale di rifiuti urbani avviati a recupero nel 2018 è stata dell’84%.

Segnala la Presidente del Comitato, Barbara Mazzali:

Per i prossimi passaggi valutativi, sarebbe opportuno prendere in considerazione anche gli effetti delle misure di contenimento del Covid sulla produzione e gestione di rifiuti e concentrarsi sulle possibili azioni da intraprendere, anche sul fronte degli investimenti.

Per questo suggeriamo di leggere la situazione anche in chiave di opportunità, per dare impulso all’economia circolare e superare alcune più marcate differenze territoriali.

Il Comitato ha dato all’unanimità il suo parere favorevole anche alla relazione sull’attuazione della legge 19 del 2008 sul riordino delle Comunità Montane e sulla disciplina delle Unioni di Comuni.

La relazione, illustrata dai Consiglieri Simona Pedrazzi e Angelo Orsenigo, delinea l’assetto delle forme stabili di associazione tra Comuni, che sono obiettivo della legge regionale.

A dicembre 2019 le forme stabili di gestione associata risultavano essere, in Lombardia, 99. Un terzo dei Comuni facenti parti di Unioni, appartengono a Comunità montane.

Print Friendly, PDF & Email